Un film maker con la passione per Tim Burton. E per la cioccolata. Mette insieme i due ingredienti e voilà… Il dolce è pronto. Delizie cinematografiche e creative-food

Teschi, ossa, bulbi oculari sporgenti, pipistrelli, denti aguzzi e sorrisi satanici. Ma anche uova, farina, noci sgusciate e una valanga di cioccolata. Il risultato? Un gothic-cake coi fiocchi, torta horror per golosi, ma anche per cinefili. Perché tra apprendisti stregoni e apprendisti gourmet, il geniale artista e film maker Alexandre Dubosc si inventa una video-ricetta […]

The Caketrope of BURTON's Team, 2012 - making of - ©Alexandre Dubosc

Teschi, ossa, bulbi oculari sporgenti, pipistrelli, denti aguzzi e sorrisi satanici. Ma anche uova, farina, noci sgusciate e una valanga di cioccolata. Il risultato? Un gothic-cake coi fiocchi, torta horror per golosi, ma anche per cinefili. Perché tra apprendisti stregoni e apprendisti gourmet, il geniale artista e film maker Alexandre Dubosc si inventa una video-ricetta super creativa, che è, in sostanza, un corto raffinatissimo, omaggio macabro e zuccheroso al grande Tim Burton.
Il film è costruito con una tecnica d’animazione che rievoca il vecchio zootropio: un dispositivo, inventato nell’Ottocento, che crea l’illusione del moto facendo ruotare strisce di immagini statiche. Non il classico stop motion, per Dubosc, ma una “stroboscopique-animation”. E così gira senza sosta la sua invitante torta, prendendo vita come un giocattolo stregato. Trattasi in realtà di una scultura di carta, scotch e polistirolo, ricoperta e guarnita di leccornie, poi fotografata in tempo reale durante la rotazione, per la successiva postproduzione.

Bellissimo il video, che si avvale della collaborazione di Yan Fiorello per l’ottima musica e il sound design. Cliccate su play e assaporatevi – è il caso di dirlo – questo gioiellino, appena sfornato dal giovane regista francese. Imperdibili anche le foto del making of, per scoprire come nasce l’incantesimo. Ah, i titoli di testa sono graziosamente scritti su semplici tovaglioli di carta. Tutto in tema, per The Caketrope of BURTON’s Team. Un minuto e quaranta di pura delizia, per occhi, orecchie e papille gustative.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • bea

    Meraviglioso!!Ho avuto la fortuna di vedere una sua mostra a Parigi, di incontrarlo e scambiarci due parole, gentilissimo e geniale… Peccato che adesso non sto piu in Francia quindi non possa vedere altri suoi eventi, spero che anche l’Italia dedichi spazio a questo artista

  • TheStylist

    E quindi, cosa vuole significare?

    Se è un divertissement, cosa costa dirlo.

  • Pingback: Lago Film Fest » Archive » CIOCCOLATA HORROR, PER CINE-BUONGUSTAI()