Supermercato? No, noi ci facciamo un luogo per l’arte contemporanea. Openspace da 300 matri quadrati a Napoli per il nuovo Spazio Blanch

Un ex deposito di materiale edile, un openspace di oltre 300mq di superficie per 5,5 mt di altezza, versatile e pronto a ospitare, anche contemporaneamente, mostre, performance e installazioni. Così si presenta Spazio Blanch, nuovo spazio espositivo polifunzionale per l’arte contemporanea pronto al debutto nella rinnovata Piazza Nazionale di Napoli, a pochi passi dal centro […]

Un interno di Spazio Blanch

Un ex deposito di materiale edile, un openspace di oltre 300mq di superficie per 5,5 mt di altezza, versatile e pronto a ospitare, anche contemporaneamente, mostre, performance e installazioni. Così si presenta Spazio Blanch, nuovo spazio espositivo polifunzionale per l’arte contemporanea pronto al debutto nella rinnovata Piazza Nazionale di Napoli, a pochi passi dal centro storico. Opening con la mostra _Underscore, curata dallo stesso Marco Adinolfi, una collettiva con quattordici artisti chiamati a confrontarsi con il nuovo spazio.
Un progetto culturale voluto da tre giovani professionisti napoletani – Marco Adinolfi, Massimiliano Cafaggi e Riccardo Stolica – che “in totale controtendenza rispetto alla drammatica crisi economica e intellettuale dei nostri giorni che trasforma i cinema in sale bingo, hanno deciso di sottrarre una struttura, ex deposito di materiale edile, ad un destino già scritto di ennesimo supermercato, per farne un centro di cultura contemporanea”.

Inuagurazione: giovedì 31 maggio 2012 -ore 19.00
Dal 31 maggio al 21 giugno 2012
Via Tommaso Blanch, 23 – Napoli
[email protected]