Siamo tutti playboy. Scintille all’asta della collezione di Gunter Sachs, con record per Allen Jones e Mel Ramos

Aveva suscitato grande attesa, la vendita della collezione di arte, arredi e oggetti personali dell’ultimo playboy, Gunter Sachs, scomparso quasi un anno fa. Ed ha mantenuto le promesse, ieri sera da Sotheby’s Londra: una percentuale del 97,5% di venduto per il valore e 16 lotti venduti oltre il milione di dollari, per un totale di […]

Aveva suscitato grande attesa, la vendita della collezione di arte, arredi e oggetti personali dell’ultimo playboy, Gunter Sachs, scomparso quasi un anno fa. Ed ha mantenuto le promesse, ieri sera da Sotheby’s Londra: una percentuale del 97,5% di venduto per il valore e 16 lotti venduti oltre il milione di dollari, per un totale di 35.6 milioni di sterline, contro una stima iniziale di £18-25 milioni. Con oltre 300 opere che ben rispecchiavano la personalità del fotografo, collezionista, sostenitore dei più grandi artisti degli anni ‘60-’70.
Anche a Londra non sono mancati i record per gli artisti: Allen Jones con i suoi arredi Pop del 1969, e Mel Ramos, che da una stima di £150mila ha superato il milione! Top lot uno degli ultimi autoritratti di Andy Warhol, Self Portrait (Fright Wig), del1986, venduto a £5.3 milioni, partendo da una stima di £2-3 milioni. Warhol da record anche per le stampe, con l’opera Mao venduta a £1.6 milioni. Tra le sue icone, il ritratto di Brigitte Bardot del 1974, basato su una foto di Avedon, era stato commissionato dalla ex moglie di Sachs assieme ad altri 7 esemplari per decorare la loro casa Pop a St. Moriz. L’opera è stata battuta a £3 milioni, perfettamente entro le stime, così come Flowers, che venne acquistato da Sachs nel 1979, venduto ieri sera a £3.7 milioni. Molto interesse ha suscitato anche Tom Wesselmann, con Great American Nude #31, battuto a £1.7 milioni.
Tra gli oggetti personali di Sachs, Dracula III, il motoscafo Riva del 1962, che ha quadruplicato la stima iniziale raggiungendo le £385.250.

– Martina Gambillara