Performer per caso, in concerto. Alla sede di Milano dell’Istituto Svizzero di Roma la performance/installazione di Hannah Weinberger, ecco tutte le immagini

Quaranta performer non professionisti, contattati attraverso la rete del Bureau for Art Nerds, attraverso il passaparola e una relazione, seppure temporanea, che condivide un progetto comune. Ogni partecipante ha a disposizione un computer portatile, un software e uno speaker, e seguendo le istruzioni partecipa alla composizione di una musica suonata all’unisono. Questo lo scenario di […]

Quaranta performer non professionisti, contattati attraverso la rete del Bureau for Art Nerds, attraverso il passaparola e una relazione, seppure temporanea, che condivide un progetto comune. Ogni partecipante ha a disposizione un computer portatile, un software e uno speaker, e seguendo le istruzioni partecipa alla composizione di una musica suonata all’unisono.
Questo lo scenario di Concerto locale, primo progetto in Italia dell’artista tedesca Hannah Weinberger, una performance e un’installazione presentate nella sede di Milano dell’Istituto Svizzero di Roma. Risultato: il concerto, “se per concerto non si intende unicamente un complesso riunito per l’esecuzione di una musica, ma un’azione svolta contemporaneamente da più soggetti, che a loro volta sono parte di una comunità locale”. La performance si è svolta il 28 maggio, l’installazione sonora che ne è il prodotto è visibile fino al 26 giugno: intanto su Artribune ci sono le immagini della serata…

www.istitutosvizzero.it