Milano Updates: In arrivo, allo spazio Oberdan, “Ieri Oggi Milano”. La città nello sguardo di grandi fotografi, da Basilico a Jodice. Impazienti? Godetevi intanto la preview, dentro al foyer

Approfittando del fermento che in questi giorni attraverserà Milano – tutta concentrata sulla seconda edizione di MIA Fair – lo spazio Oberdan anticipa di due settimane l’inaugurazione della mostra Ieri Oggi Milano. Ed ecco una timida preview negli spazi del foyer, che resta aperto al pubblico per l’intero weekend. Il concept? Centosettanta immagini scattate da […]

Fischili & Weiss, Untitled (Duomo), 1992-2000

Approfittando del fermento che in questi giorni attraverserà Milano – tutta concentrata sulla seconda edizione di MIA Fair – lo spazio Oberdan anticipa di due settimane l’inaugurazione della mostra Ieri Oggi Milano. Ed ecco una timida preview negli spazi del foyer, che resta aperto al pubblico per l’intero weekend.
Il concept? Centosettanta immagini scattate da alcuni dei più noti maestri della fotografia contemporanea e tutte dedicate al capoluogo lombardo. Milano: una città che dal dopoguerra si muove, cresce, accelera, cambia pelle. E che nell’arco di quarant’anni si trasforma via via in metropoli, muovendo oggi i primi passi verso l’Expo 2015. Tra gli autori nomi del calibro di Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Paola di Bello, Peter Fischli & David Weiss, Mimmo Jodice.
L’esposizione di questi giorni è però una sorta di versione ridotta. Che tuttavia non delude: un’ottima premessa per far gola agli appassionati. Oltre alla mitica “Milano da bere”, mondana e spensierata, fotografata da Carla Cerati, anche la Milano dell’architettura contemporanea: dopo le polemiche di alcune settimane fa, il visitatore non potrà che cogliere la bellezza della Torre Velasca, simbolo della trasformazione culturale degli anni Cinquanta, ritenuta dal britannico Telegraph un ecomostro in pieno centro. La bella fotografia di Fischli & Weiss riconosce nel grattacielo il segno di un’identità urbana tutta italiana. Un gigante che sorge silenzioso dalla bruma e dialoga, imponente, con la città e con il suo più prezioso tesoro: il Duomo.

 – Michela Tornielli di Crestvolant

www.oberdan.cinetecamilano.it

CONDIVIDI
Michela Tornielli di Crestvolant
Michela si laurea in storia dell’arte a Roma nel gennaio 2011 all’università Sapienza con una tesi sul movimento lettrista. Ora vive a Milano e frequenta il corso di laurea Magistrale in storia dell’arte contemporanea dell’università Cattolica del Sacro Cuore. Comincia a scrivere per il “Corriere dell’arte” occupandosi di alcuni tra i più interessanti eventi della scena culturale milanese. Impara – dopo le prime prove – le importanti regole del linguaggio giornalistico: semplicità, esattezza e sincerità. Per il futuro sogna le grandi interviste ai protagonisti del panorama artistico internazionale.
  • peccato non sottolineare che tutte le opere della mostra provengono dalla collezione del Museo di Fotografia Contemporanea http://www.mufoco.org/ istituzione pubblica unica in Italia…