Lo Strillone: l’eredità di Man Ray racchiusa in 16 container sul Corriere della Sera. E poi la dura vita dell’archeologo in Italia, Nan Goldin dei poveri a Reggio Emilia, Doris Salcedo e la geopolitica…

Quant’è dura, in Italia, fare l’archeologo? Storie di quotidiana frustrazione su L’Unità, con vetrina per L’Italia sottopagata (Laterza) di Eleonora Voltolina. Scultura rinascimentale per le lezioni d’arte del prof. Sgarbi: su Il Giornale la triade Agostino di Duccio, Donatello e Diotisalvi Neroni. Venti milioni e l’affare è fatto! 4.500 opere racchiuse in 16 container: a […]

Quotidiani
Quotidiani

Quant’è dura, in Italia, fare l’archeologo? Storie di quotidiana frustrazione su L’Unità, con vetrina per L’Italia sottopagata (Laterza) di Eleonora Voltolina. Scultura rinascimentale per le lezioni d’arte del prof. Sgarbi: su Il Giornale la triade Agostino di Duccio, Donatello e Diotisalvi Neroni.

Venti milioni e l’affare è fatto! 4.500 opere racchiuse in 16 container: a tanto ammonta l’eredità di Man Ray, con Corriere della Sera che assicura la volontà, da parte dell’ultimo erede, di (s)vendere tutto.

In giro per mostre: Quotidiano Nazionale ad Urbino per la megalitica analisi sulla Città Ideale, ma anche di sfuggita ad Arezzo per Lucio Fontana; Igor Mukhin e Miki Suzuki valgono, per La Stampa, un giro al Festival Fotografia Europea di Reggio Emilia (ma occhio alle sòle, che marco Vallora definisce “Nan Goldin dei poveri”). La Repubblica va al Maxxi, per raccontare i curiosi paralleli tra Doris Salcedo e la geopolitica rappresentata, in forma di mappa, attraverso le pagine di Limes.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala