La Habana Updates: una Biennale da Gran Teatro. Si inaugura Practicas Artisticas e Imaginarios Sociales, la mostra centrale targata Fernandez Torres, ecco tutte le immagini

Practicas Artisticas e Imaginarios Sociales, ovvero la mostra centrale della undicesima Bienal de La Habana, apre al pubblico presso lo splendido Gran Teatro della città, sotto il concept ideato dal curatore Jorge Fernandez Torres. Tanta videoarte, numerose installazioni, qualche opera partecipativa, moltissimo pubblico – non solo di addetti ai lavori – per una mostra che […]

Practicas Artisticas e Imaginarios Sociales, ovvero la mostra centrale della undicesima Bienal de La Habana, apre al pubblico presso lo splendido Gran Teatro della città, sotto il concept ideato dal curatore Jorge Fernandez Torres. Tanta videoarte, numerose installazioni, qualche opera partecipativa, moltissimo pubblico – non solo di addetti ai lavori – per una mostra che coinvolge artisti di nazionalità differenti.
Nomi più o meno noti, da Ivan Navarro a Rafael Lozano Hemmer, Javier Castro, Pablo Langlois, Gabriel Valansi, Alejandra Prieto, fra i molti altri, e medium molteplici, sfidando la difficile struttura in cui la mostra è ospitata. In attesa di una recensione più approfondita, beccatevi la prima fotogallery…

– Santa Nastro

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.