Il 21.12.2012 si avvicina. Sarà davvero la fine o i Maya avevano cannato di brutto? Nell’attesa, un sito raccoglie immagini e scritti sul tema. Un archivio immateriale per i creativi che immaginano il futuro

Lo ricorderemo così, il 2012. L’anno dell’apocalisse, la metafora astrologica della crisi e dello sfacelo: la fine del mondo, quella profetizzata dai Maya, era diventata, sulla soglia tra il 2011 e il nuovo anno, una specie di ritornello popolare, la superstizione a cui nessuno credeva ma di cui tutti parlavano. A quattro mesi dall’ingresso del […]

Lo ricorderemo così, il 2012. L’anno dell’apocalisse, la metafora astrologica della crisi e dello sfacelo: la fine del mondo, quella profetizzata dai Maya, era diventata, sulla soglia tra il 2011 e il nuovo anno, una specie di ritornello popolare, la superstizione a cui nessuno credeva ma di cui tutti parlavano. A quattro mesi dall’ingresso del 2012 quasi non ci si scherza più. Eppure, la data malevola è scritta a chiare lettere, nell’antico calendario messicano: il 21 dicembre si concluderà l’età dell’Oro, il vecchio mondo sarà spezzato via e un’altra epoca avrà inizio, come da copione, nell’eterno trasmutare ciclico dell’esistenza.
Nell’attesa che la profezia di compia, qualcuno continua a ricamarci su, tra il serio e il faceto. Così è anche per il progetto www.ventuno12.com, che porta la firma dalla giovane torinese Raffaella Cavaletto, da dieci anni attiva nel campo dell’editoria. È lei ad avere lanciato questo cassetto virtuale, in cui raccogliere sogni, desideri, speranze per un futuro che, in barba alle superstizioni e alle paure del presente, si continua a immaginare e a coltivare. L’appello è a tutti i creativi italiani, a cui si chiede di inviare immagini, video, racconti, poesie, foto di oggetti di design. In un ipotetico domani post-apocalittico, il sito sarà la testimonianza immateriale di un mondo che non c’è più, custodita nell’imperituro world wide web. Oppure, una volta scampato il pericolo, continuerà a funzionare come ironico esperimento editoriale dedicato al tema, sempre incombente, della fine e della resurrezione.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • Paola Pirelli

    Il cambiamento ci sara’ ed e’ anche auspicabile…e’ già in atto…nella stessa essenza della crisi’,decadenza,depressione…e’ insito l’istinto di sopravvivenza e cio’ si realizzerà,come la storia dell’umanità ha più volte dimostrato,grazie ad energie positive,culturali,sociali…che consentiranno la rinascita…!Importante e’ liberare verso l’alto queste energie e non lasciarsi trattenere in basso dalle purtroppo invadenti negatività che ci circondano…trovare sempre l’aspetto positivo e ripartire da quello!
    Auguri a noi tutti, umanità e universo intero!
    Paola

  • Paola Pirelli

    La premessa,scontata,al mio pensiero,espresso sopra,ma forse da chiarire:
    penso che i Maja avessero visto bene nel senso che ‘finira’ un certo tipo di mondo…ci Sara cioe’ a mio avviso un cambiamento…ci sono tanti modi di FINIRE solo fisicamente…ci Sara’ chi non Sara’ in grado ,magari con il suo spirito,di ‘sopravvivere’ in un mondo più ‘evoluto’…caratterizzato da altri valori…Aiutiamoci l’un l’altro a Crescere x non Finire…!

    • MrT

      Ma ti rendi conto di ciò che hai scritto, nessun contenuto, virgole malmesse e brutalmente sostituite da puntini di sospenzione! Che volgarità! CMA che diavolo vai farneticando? Fermati e rifletti davvero!

  • Angelov

    Ma non si parlava di passaggio all’Era dell’Acquario, dall’Era dei Pesci?
    Forse ci si è dimenticati di questo, ma una generazione fa’ se ne parlava spesso.

  • CARLO

    Le ultime notizie sulla finedel mondo sono……………..

    Monti ha inviato i migliori esperti Maya per variare il tanto famoso calendario con la scadenza 21.1.2013 allo scopo di non saltare l’ultima rata IMU in scadenza a fine Dicembre

    • serapide

      Questa è bella! Sai che ci fa monti? Na pippaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  • enrico merlino

    io stappero una bella bottiglia di spumante ansi ce l’ho gia pronta visto che la fine del mondo ci sarà ed io lo so, quindi credetemi e viviamo quest’ultimo mese come ognuno a sempre voluto fare, abbandoniamo sto mondo ansi il nostro mondo come si deve facciamo tutto quello che ci piace. Finisco con dirvi (sballateviiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii)

  • Max

    Magari ci fosse veramente qualcosa anche un cambiamento. in queste condizioni proprio mi fa venire la voglia di vomitare e non solo!