Giovani, intraprendenti, spavaldi. A Venezia un gruppo di studenti si fa promoter di mostre: nasce Atelier Edgard Larsen, primo evento in “trasferta” a Palazzo Malipiero

È una nuova realtà nella creazione di eventi nel territorio veneziano, un gruppo giovane, formato interamente da studenti del corso di laurea in Economia e Gestione delle Arti. Organizzatori, curatori, storici dell’arte, responsabili della comunicazione, designer, musicisti, fotografi, poeti. E per presentare la sua prima mostra chiede in prestito gli spazi espositivi, quelli del padiglione […]

Riccardo Tosetto - Assalto alle mura

È una nuova realtà nella creazione di eventi nel territorio veneziano, un gruppo giovane, formato interamente da studenti del corso di laurea in Economia e Gestione delle Arti. Organizzatori, curatori, storici dell’arte, responsabili della comunicazione, designer, musicisti, fotografi, poeti. E per presentare la sua prima mostra chiede in prestito gli spazi espositivi, quelli del padiglione del Montenegro alla Biennale a Palazzo Malipiero, concessi dalla Galleria AplusA, Centro Espositivo Sloveno. Si chiamano Atelier Edgard Larsen, e con spavalderia individuano i punti di forza del gruppo “nella giovane età dei suoi membri, nell’alto livello della loro formazione professionale e nella loro intraprendenza”.
Primo mostra, dunque, Paesaggi a Presa Rapida, con fotografie di Riccardo Tosetto (Noventa Vicentina, 1983), giovane fotografo veneto “che nel corso dei suoi viaggi ha indagato il rapporto tra città e natura, testimoniando con i suoi scatti la riqualificazione delle periferie urbane”. Martedì 29 maggio, in occasione dell’inaugurazione della mostra, avrà luogo la performance Labyrinth, basate sulle poesie di Julian Zhara, la ricerca sonora del compositore Ilich Molin e la video arte di Enrico Sambenini.

Inaugurazione: martedì 29 maggio 2012 – ore 18.00
Calle Malipiero 3079 A – Venezia
[email protected]

  • Chiara Manzoni

    Grazie!

  • Ma che bel buongiorno! Grazie
    Buon lavoro!
    Tiz Leopizzi & ARTOUR-O naturalmente