Dal Gruppo di Scicli a Canecapovolto. Proposta trasversale e piglio ipercontemporaneo per il nuovo spazio siciliano Quam

Si scrive Quam, si legge Quadrerie del monastero. Con un nome che svela la grande bellezza degli spazi, ricavati dagli antichi magazzini del Monastero di Santa Chiara, del 1660. Di che parliamo? Del nuovo spazio espositivo che si inaugura a Scicli, località siciliana che per gli amanti dell’arte non necessita di ulteriori indicazioni, legata com’è […]

Il nuovo spazio Quam, a Scicli

Si scrive Quam, si legge Quadrerie del monastero. Con un nome che svela la grande bellezza degli spazi, ricavati dagli antichi magazzini del Monastero di Santa Chiara, del 1660. Di che parliamo? Del nuovo spazio espositivo che si inaugura a Scicli, località siciliana che per gli amanti dell’arte non necessita di ulteriori indicazioni, legata com’è all’omonimo notissimo gruppo pittorico.
Nuova sede dello studio d’arte Tecnica Mista, che proprio del Gruppo di Scicli sta curando una grande mostra a New York in programma a settembre, Quam si presenta con standard ipercontemporanei, dalla ricca dotazione multimediale alla composizione modulabile degli spazi e dei percorsi espositivi, dalla wi-fi area e al piccolo bookshop con salottini per la consultazione. Con arredi che affiancano scrittoi del Settecento a oggetti di design del Novecento, come le sedute di Mies Van der Rohe.
Trasversalità che si replica negli artisti esposti, con gli stessi esponenti del Gruppo di Scicli, da Piero Guccione a Franco Sarnari, proposti assieme a creativi più giovani e sperimentali, come i siciliani Piero Zuccaro, Canecapovolto, Paolo Parisi.

Inaugurazione: sabato 12 maggio 2012 – ore 19.00
Via Mormino Penna 79  – Scicli (Rg)
www.tecnicamista.it