Ancora solo una settimana per tentare di vincere il Premio New York. Che quest’anno spegne dieci candeline…

Quest’anno è quello del decennale, per cui l’iniziativa, che fin dalla nascita si è guadagnata un’aura speciale nelle prospettive dei giovani artisti, assume un senso ancora più profondo. Di che si parla? Del Premio New York, un programma di premi di studio riservato agli artisti italiani emergenti, promosso come sempre da Ministero degli Esteri, dall’Istituto […]

Quest’anno è quello del decennale, per cui l’iniziativa, che fin dalla nascita si è guadagnata un’aura speciale nelle prospettive dei giovani artisti, assume un senso ancora più profondo. Di che si parla? Del Premio New York, un programma di premi di studio riservato agli artisti italiani emergenti, promosso come sempre da Ministero degli Esteri, dall’Istituto Italiano di Cultura di New York e dall’Italian Academy for Advanced Studies, che farà trascorrere ai due vincitori 4 mesi presso la Columbia University di New York al fine di sviluppare le proprie capacità creative a contatto con l’ambiente culturale ed artistico degli Stati Uniti.
Senza contare poi i numerosi benefit annessi: un assegno mensile di 4mila dollari per vitto e alloggio; la possibilità di disporre di uno studio presso l’ISCP (International Studio & Curatorial Program); un biglietto aereo A/R per New York dall’Italia; la copertura assicurativa per spese sanitarie, infortuni, incidenti; il disbrigo delle pratiche relative alla concessione del visto per la durata del premio. Alla fine del soggiorno di studio gli artisti organizzeranno una mostra delle loro opere presso la Galleria ISCP Brooklyn, o presso altre Istituzioni a Manhattan. C’è ormai poco tempo per iscriversi a questo indirizzo [email protected]: dead line fissata all’11 maggio.

– Claudia Giraud

Scarica il bando

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).
  • orst

    scusate l’espressione ma ormai si è davvero stufi d’esser presi in giro!
    ma andate a quel paese !
    Partecipare a questi concorsi è una gran perdita di tempo, energie, speranze e soldi
    e poi alla fine vincono pseudo artisti come Tuttofuoco o vascellari che sono sempre lì a vincere tutto, chissà come maii !!
    premi che premiano artisti emergenti, ma nnatene afffan….!!!!!

  • sodgf

    premio indecente