Torna l’arte contemporanea su MTV. Art Breaks, storico ciclo di spot d’artista, sta per ripartire. Con cinque nuovi clip

Proprio quando le speranze sembravano definitivamente perse, arriva una buona notizia che riguarda la programmazione di MTV, storica emittente musicale che ormai di musicale e creativo sforna davvero poco, tutta presa tra reality di dubbio gusto (come l’agghiacciante 16 And Pregnant, dedicato alle minorenni incinte) e un’heavy rotation di musica iper-commerciale. Il canale ha infatti […]

Mickalene Thomas

Proprio quando le speranze sembravano definitivamente perse, arriva una buona notizia che riguarda la programmazione di MTV, storica emittente musicale che ormai di musicale e creativo sforna davvero poco, tutta presa tra reality di dubbio gusto (come l’agghiacciante 16 And Pregnant, dedicato alle minorenni incinte) e un’heavy rotation di musica iper-commerciale. Il canale ha infatti annunciato che sta per ripartire Art Breaks, serie di brevi “spot” d’artista lanciata per la prima volta nel 1985 con la partecipazione di nomi oggi leggendari come Keith Haring, Jean Michel Basquiat, Doug Aitken, Richard Prince e Kenny Scharf.

Da domani, 2 aprile, l’emittente metterà in onda cinque nuovi clip della durata di trenta secondi firmati da altrettanti artisti emergenti: Mickalene Thomas, Rashaad Newsome, Tala Madani, Jani Ruscica e Mads Lynnerup. I nomi sono stati selezionati tramite una partnership con due istituzioni artistiche newyorkesi, il PS1 e Creative Time, e la serie prenderà il via con il video Ain’t I a Woman Portraits della Thomas. Dopo questa prima tornata, sono previsti altri cinque video, i cui autori verranno annunciati durante l’estate.

– Valentina Tanni

artbreaks.tumblr.com

CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.