Saloni Updates: riciclo ed ecologia anche all’Università Statale. E fra le installazioni di Infrachiostri, svettano gli elefanti mutanti di Vincent Bios

  Se i cortili dell’Università Statale, come di consueto, sono invasi dai progetti di design per Fuorisalone e Interni, il tocco di classe dell’anno è l’installazione di Vincent Bios. Infrachiostri è il programma parallelo al Fuorisalone, gestito da Lidea e Sinapsi, che vede una serie di iniziative culturali prendere vita nei chiostri dell’Università. Ed è […]

 

Se i cortili dell’Università Statale, come di consueto, sono invasi dai progetti di design per Fuorisalone e Interni, il tocco di classe dell’anno è l’installazione di Vincent Bios. Infrachiostri è il programma parallelo al Fuorisalone, gestito da Lidea e Sinapsi, che vede una serie di iniziative culturali prendere vita nei chiostri dell’Università. Ed è nel cortile della legnaia che ha luogo la mostra collettiva che, oltre a Vincent Bios, ospita opere di Sophie Ammerich, Mauro de Carli, Riccardo Garolla, Luca Lardera e Luca Wario.
L’installazione di Bios, curata da Martina Cavallarin, si allaccia alla linea che pare essere quella vincente ai Saloni 2012: il riciclo e l’ecologico. Gli elefanti colorati che riempiono il cortile sono realizzati ad incastri con il materiale usato come isolante nelle costruzioni; durante i giorni dell’esposizione ci sarà un continuo intervento dell’artista sugli ingombranti oggetti, che li porterà ad una totale re-definizione.

– Rebecca Mombelli