Lo Strillone: un Warhol da 2 milioni pagato 5 dollari in un mercatino su Il Giornale. E poi Google Art Project, Patti Smith e il Sogno di Costantino, Brueghel a Como…

I Musei Capitolini raggiungono gli Uffizi nel Google Art Project, uniche due realtà italiane sulla piattaforma che mette in rete oltre 150 raccolte in 40 paesi nel mondo: arte in digitale su Corriere della Sera. Su internet finiscono pure gli archivi, però: La Padania celebra la digitalizzazione del più grande repertorio documentale italiano dedicato alla […]

Quotidiani
Quotidiani

I Musei Capitolini raggiungono gli Uffizi nel Google Art Project, uniche due realtà italiane sulla piattaforma che mette in rete oltre 150 raccolte in 40 paesi nel mondo: arte in digitale su Corriere della Sera. Su internet finiscono pure gli archivi, però: La Padania celebra la digitalizzazione del più grande repertorio documentale italiano dedicato alla Grande Guerra.

Bello e misterioso, Antinoo: Tivoli dedica una mostra all’amico di Adriano, immortalato in marmi e monete. La presentazione in una breve su La Stampa. C’è tanta Italia in Banga, nuovo album di Patti Smith annunciato da Quotidiano Nazionale: brani dedicati a San Francesco e Vespucci, ma anche un pezzo ispirato al Sogno di Costantino di Piero della Francesca.

Bruxelles caccia i soldi per salvare Pompei: L’Unità spiega come fare a non sprecarli. Cassinari a Piacenza, Brueghel a Como e il Barocco di Ceresa a Bergamo: carrellata di recensioni per Avvenire; Beatrice Merz alla guida dell’AMACI su La Repubblica, che legge la ristampa targata Electa del mitico L’ideologia del traditore di ABO.

Sguazza nella polemica Il Giornale, che passa dalla disputa sulle ossa del Caravaggio al preventivato crollo commerciale di Hirst. Fino al colpo gobbo del tale che ha beccato in un mercatino a Las Vegas un Warhol inedito: 5 dollari di investimento, 2 milioni di ricavo.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.