Lo Strillone: Rocco Moliterni suona la sveglia al ministro Ornaghi su La Stampa. E poi Jonny Briggs a Verona, sprechi nei Beni Culturali, l’allarme del Roma Film Festival…

Ornaghi, sveglia! Rocco Moliterni tira le orecchie al ministro e ricorda, dalle colonne de La Stampa, come a quattro mesi dall’avvio della Biennale di Architettura il Padiglione Italia non abbia ancora una regia. Meglio una scappata a Verona, allora, dove in mostra arriva Jonny Briggs: la nuova scoperta Saatchi per la prima volta in Italia. […]

Quotidiani
Quotidiani

Ornaghi, sveglia! Rocco Moliterni tira le orecchie al ministro e ricorda, dalle colonne de La Stampa, come a quattro mesi dall’avvio della Biennale di Architettura il Padiglione Italia non abbia ancora una regia. Meglio una scappata a Verona, allora, dove in mostra arriva Jonny Briggs: la nuova scoperta Saatchi per la prima volta in Italia.

Nell’inchiesta sugli sprechi del pubblico, promossa da Corriere della Sera, finisce ovviamente anche il settore dei Beni Culturali: diverse le segnalazioni di restauri a patrimoni privati per cui sono stati promessi contributi pubblici rivelatisi scoperti. Da qui la raffica di contenziosi. Mentre Il Sole 24 Ore, nel leggere il previsto aumento di turisti dall’estero per il prossimo anno, chiede maggiore sinergia tra l’offerta culturale e lo svacco in spiaggia.

Il Festival del Cinema di Giffoni è pronto ad emigrare a Dubai; altra tegola per la settima arte all’italiana: su L’Unità il grido d’allarme del Roma Film Festival. Proseguono, su Il Giornale, le lezioni di arte a puntate del professor Sgarbi.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.