Lo Strillone: l’arte contemporanea non è arte per il 40% degli italiani su Avvenire. E poi recupero de L’Aquila, MiArt e Ai Weiwei a Milano, Savinio alla GNAM…

Questa roba qui? Mica è arte! Avvenire riprende la ricerca di Focus – Extra, con giudizio caustico sul contemporaneo sottoscritto dal 40% degli italiani. Può essere utile, a loro e agli altri, la segnalazione di Europa: oggi al Maxxi la presentazione del vademecum con cui Francesco Pellegrino spiega l’arte di oggi. Se vedo… capisco!, edizioni […]

Quotidiani
Quotidiani

Questa roba qui? Mica è arte! Avvenire riprende la ricerca di Focus – Extra, con giudizio caustico sul contemporaneo sottoscritto dal 40% degli italiani. Può essere utile, a loro e agli altri, la segnalazione di Europa: oggi al Maxxi la presentazione del vademecum con cui Francesco Pellegrino spiega l’arte di oggi. Se vedo… capisco!, edizioni Natyvi.

Prima polemizzava perché non arrivavano; ora si indigna – preventivamente – per come immagina verranno spesi: il solito apocalittico Tomaso Montanari paventa scenari da incubo per i fondi destinati al recupero de L’Aquila. Ovviamente su Il Fatto Quotidiano.

Da Christo a Laurina Paperina: ecco le scelte iconografiche del Corriere della Sera per la doppia che lancia MiArt. A Milano ci va pure Quotidiano Nazionale: alla Lisson sbarca Ai Weiwei. Via un Savinio sotto un altro: retrospettiva alla GNAM e primo piano su L’Unità per Ruggero, figlio di Alberto.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.
  • Anna I

    nessuno tocchi montanari!