L’Aquila a rete unificata. Il film di Al Jazeera arriva sulle web tv italiane, in simultanea. L’Anniversario del sisma, sul web, si celebra così. Cinema per non dimenticare, anche su Artribune Television

Sono passati tre anni dal violento sisma che ha distrutto L’Aquila, mettendo in ginocchio centinaia di famiglie. Giusto un paio di settimane fa pubblicavano la video-documentazione della conferenza “Paesaggio Costituzione Cemento – L’Aquila, città simbolo della battaglia per l’ambiente contro il degrado civile?”, che vedeva protagonista l’archeologo e storico dell’arte Salvatore Settis, autore dell’omonimo saggio […]

Il Palazzo della Prefettura dell'Aquila distrutto dal terremoto del 6 aprile 2009

Sono passati tre anni dal violento sisma che ha distrutto L’Aquila, mettendo in ginocchio centinaia di famiglie. Giusto un paio di settimane fa pubblicavano la video-documentazione della conferenza “Paesaggio Costituzione Cemento – L’Aquila, città simbolo della battaglia per l’ambiente contro il degrado civile?”, che vedeva protagonista l’archeologo e storico dell’arte Salvatore Settis, autore dell’omonimo saggio edito da Einaudi. Incontro svoltosi a poche centinaia di metri dalla “zona rossa”, quel centro storico cittadino che ancor oggi rimane congelato in un silenzio spettrale: l’eco del terremoto è là, dentro a una parentesi di attesa e di faticosa memoria, da cui pare che la vita non riesca più a sgorgare. Nessuna ricostruzione, nessun re-start.
Oggi, Artribune Television torna a occuparsi della tragedia dell’Abruzzo, aderendo a un’iniziativa che ci è molto piaciuta. Sensibilizzare e informare, per non lasciare che i riflettori si spengono: una mission che appartiene a mondo dei media edella cultura, e che, in casi come questo, è di straordinaria importanza.

L'Aquila, la zona rossa immortalata da Emiliano Iatosti

Il 6 aprile 2012, anniversario dell’infausto evento, AltraTv, network delle web tv italiane, ricorda L’Aquila con una proiezione “a rete unificata”: dalle 10 alle 17 sarà on line in streaming il documentario “Ritorno a L’Aquila: le promesse infrante” (“Return to L’Aquila: Broken Promises”), prodotto da MOVE Productions e da Al Jazeera English, per la direzione di Giotto Barbieri, affiancato da Andrea Vaccari alla fotografia e da Andrea Ciacci al montaggio. Il film, che ha le sue radici in “From Zero“, primo progetto di documentario crossmediale prodotto in Italia, è il risultato di un coming back verso luogo del disastro: il regista e il produttore, Stefano Strocchi, sono tornati a L’Aquila alcuni mesi fa trovando una città fantasma: tendopoli sparite, ma il centro ancora transennato, disabitato, addormentato.
AltraTv ha lanciato un open call alle web tv italiane, invitandole ad aderire all’iniziativa, per rilanciare la diretta e pubblicare l’opera in simultanea.
Anche Artribune farà parte di questa temporanea rete virtuale, unendosi a un grande coro di immagini, parole, riflessioni. Un flusso filmico condiviso: per non dimenticare oggi e per tenere viva l’urgenza di un domani.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.