Gallerie di Piazza Scala, un successo da 100mila visitatori in cinque mesi. E intanto Intesa Sanpaolo lavora alla sezione del Novecento, inaugurazione autunno 2012

“Concorrere alla crescita economica, ma insieme – e inscindibilmente – a quella civile e culturale dell’Italia”. Questo, nelle parole del Presidente del Consiglio di Sorveglianza Giovanni Bazoli, lo spirito che ha animato il gruppo Intesa Sanpaolo nella creazione a Milano delle Gallerie di Piazza Scala, che – inaugurate lo scorso 3 novembre – hanno festeggiato […]

Il porticato interno di Palazzo Anguissola - Gallerie d'Italia - Piazza Scala - Milano

Concorrere alla crescita economica, ma insieme – e inscindibilmente – a quella civile e culturale dell’Italia”. Questo, nelle parole del Presidente del Consiglio di Sorveglianza Giovanni Bazoli, lo spirito che ha animato il gruppo Intesa Sanpaolo nella creazione a Milano delle Gallerie di Piazza Scala, che – inaugurate lo scorso 3 novembre – hanno festeggiato nei giorni scorsi i 100mila visitatori. Parole decise che seguono atti concreti, quindi, il che non è poco, di questi tempi, quando non si può dire che le banche siano propriamente in testa alle classifiche della popolarità.
Parole peraltro che preparano la strada per un nuovo step, che completerà il progetto costituendo uno strutturato polo museale che ha pochi eguali, e non solo in Italia. Alle Gallerie che presentano 197 opere dell’Ottocento, tra dipinti e sculture, provenienti anche dalle collezioni della partner Fondazione Cariplo, si affiancherà presto la nuova sezione del museo dedicata al Novecento, con inaugurazione prevista nell’autunno 2012. La nuova ala, curata come il resto del complesso dall’architetto Michele De Lucchi, avrà sede nel palazzo che affaccia su piazza della Scala, edificato nel primo Novecento e già sede della Banca Commerciale Italiana, e sarà dotata anche di ampi spazi da dedicare a mostre temporanee.

Sfoglia lo speciale di Artribune sulle Gallerie di Piazza Scala

www.gallerieditalia.com