Fra elementi paesaggistici e paesaggi interiori. C’è anche Mariagrazia Pontorno, con l’opera Axis, a celebrare a Roma il terzo anno di Floracult

È ufficialmente una manifestazione florovivaistica, ma in realtà si trasforma – clonando una tradizione molto british – in un rendez-vous dell’high society romana. A promuovere Floracult 2012 – di questo si parla – è infatti Ilaria Venturini Fendi, con il contributo, per il coinvolgimento delle arti visive, di Ines Musumeci Greco. Una mostra mercato di […]

Un’immagine di Axis, di Mariagrazia Pontorno

È ufficialmente una manifestazione florovivaistica, ma in realtà si trasforma – clonando una tradizione molto british – in un rendez-vous dell’high society romana. A promuovere Floracult 2012 – di questo si parla – è infatti Ilaria Venturini Fendi, con il contributo, per il coinvolgimento delle arti visive, di Ines Musumeci Greco. Una mostra mercato di florovivaismo amatoriale, che al sua terzo anno propone fra il 27 e il 29 aprile un fitto programma di eventi, conferenze e incontri “che offrono spunti per dar voce sempre di più alla natura”, nella location dei Casali del Pino e nell’affascinante area paesaggistica ed archeologica del Parco di Veio.
E per Floracult 2012 l’artista Mariagrazia Pontorno ha realizzato Axis, un progetto site-specific costituito da una videoanimazione 3d, quattro piccole stampe e una grande immagine, tutte di natura sintetica. “Una riflessione sul rapporto tra naturale e artificiale, dai toni simbolici e onirici in cui elementi paesaggistici si pongono come manifestazione di paesaggi interiori”. I lavori, installati in diversi ambienti, declinano la visione di una sughera (Quercus suber). In occasione dell’inaugurazione è previsto un talk insieme all’artista, con la partecipazione di Alberto Abruzzese e di Valentina Tanni.

Venerdì 27 aprile 2012 – ore 15
Via Giacomo Andreassi 30 – Roma
www.floracult.com