Da noi funziona così. Best practices e sponsoring culturale, allo IULM arriva il direttore della Commissione Cultura della Confindustria tedesca Stephan Frucht

Ancora un tuffo nelle tematiche dello sponsoring culturale, e ancora protagonista lo IULM. Che stavolta non presenta un caso italiano, bensì prende a modello le pratiche tedesche, per ciò che concerne le esperienze di partnership tra imprese e cultura, nel corso degli ultimi sessanta anni. Il narratore – invitato dalla facoltà di Arti, mercati e […]

Stephan Frucht

Ancora un tuffo nelle tematiche dello sponsoring culturale, e ancora protagonista lo IULM. Che stavolta non presenta un caso italiano, bensì prende a modello le pratiche tedesche, per ciò che concerne le esperienze di partnership tra imprese e cultura, nel corso degli ultimi sessanta anni. Il narratore – invitato dalla facoltà di Arti, mercati e patrimoni della cultura per martedì 17 aprile – è Stephan Frucht, Direttore della Commissione Cultura dell’Associazione Federale delle Industrie Tedesche, cui Artribune dedicherà presto un’intervista, che ne approfondirà il punto di vista.
Dal sistema di sponsoring tedesco al racconto delle tendenze più aggiornate, fino alla presentazione di best practices: questi i temi dell’incontro, che culminerà con un dibattito a cura di Luca De Biase, penna del Sole 24 ore e presidente della Fondazione Ahref.
Aperto ovviamente agli studenti, ma anche a tutti gli interessati, l’incontro avrà l’obiettivo, così come la lectio magistralis di Frucht, di analizzare la relazione tra privato, sempre più protagonista e produttore di occasioni, manifestazioni, progettualità, e mondo della cultura, ma anche le necessarie strategie di comunicazione. Senza dimenticare come le nuove tecnologie, giorno dopo giorno, stiano assumendo un ruolo fondamentale nelle pratiche di responsabilità sociale e in quelle legate alla partecipazione, non più passiva, del pubblico.

– Santa Nastro

Martedì 17 aprile 2012 – ore 16,30
Via Carlo Bo, 1 – Milano
www.iulm.it

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.