Scacco matto all’Armory Show. Non bastava la concorrenza di Frieze NY, nel 2013 si aprirà un nuovo fronte. A Londra, ma nei giorni dell’art week Usa…

Non c’è pace per l’Armory Show. E le rogne – guarda un po’ – arrivano sempre da Londra: notissima, quella legata allo sbarco oltreoceano di Frieze, a creare un nuovo baricentro a NY in tarda primavera che ha già tolto energie alla fiera marzolina appena conclusa. Ora la minaccia, anche se si gioca sul palcoscenico […]

L'Olympia Grand Hall, sede di Art13 London

Non c’è pace per l’Armory Show. E le rogne – guarda un po’ – arrivano sempre da Londra: notissima, quella legata allo sbarco oltreoceano di Frieze, a creare un nuovo baricentro a NY in tarda primavera che ha già tolto energie alla fiera marzolina appena conclusa. Ora la minaccia, anche se si gioca sul palcoscenico inglese, arriva da lontano, da Hong Kong: si chiama Art13 London, ed è la nuovissima fiera lanciata dai fondatori di ART HK,Tim Etchells e Sandy Angus, indovinate in che date? Eh, proprio dal 1 al 3 marzo 2013, in strettissima concomitanza con l’Armory…
Direttrice sarà Stephanie Dieckvoss, che ospiterà nella sua fiera tra gli 80 e i 100 espositori internazionali, presentando l’arte dell’ultimo secolo fino ai giorni nostri in una location molto elegante al centro di Londra, l’Olympia Grand Hall, a West Kensington, non lontano dalla Serpentine Gallery e dal  Victoria & Albert Museum. Nelle stesse date Londra sarà teatro di eventi come BAFTA, i Brit Awards e la London Fashion Week.
Stephanie Dieckvoss è stata direttrice di Frieze dal 2003, e ha collaborato nel lancio di ART HK nel 2007. Nel 2010 e 2011 ha lavorato per la Serpentine Gallery, curando la mostra di Anish Kapoor. “Il nostro obiettivo è quello di tradurre una visione unica in una grande esperienza per i collezionisti e per il grande pubblico – ha affermato la direttrice -. Offriremo un programma dinamico e ambizioso di commissioni, conferenze e programmi educativi che ogni anno seguiranno un tema unificante che ha lo scopo di ampliare i punti di vista e il collezionismo”.

– Martina Gambillara

www.artfairslondon.com

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.