Paloma, pegno d’amor perduto. Rischia di andare all’asta l’opera giovanile di Picasso, dono di Samuel Courtauld all’amante Lady Christabel Aberconway

L’opera è rimasta in mani private nel Regno Unito, uscita sporadicamente in occasione di prestiti per alcune mostre, di proprietà dell’aristocratica Lady Aberconway i cui eredi hanno deciso ora di vendere. Uno dei dipinti più rappresentativi di Pablo Picasso, Niña con Paloma, verrà venduto da Christie’s con una stima di 50 milioni di sterline. A […]

Pablo Picasso, Niña con Paloma

L’opera è rimasta in mani private nel Regno Unito, uscita sporadicamente in occasione di prestiti per alcune mostre, di proprietà dell’aristocratica Lady Aberconway i cui eredi hanno deciso ora di vendere. Uno dei dipinti più rappresentativi di Pablo Picasso, Niña con Paloma, verrà venduto da Christie’s con una stima di 50 milioni di sterline. A quanto pare il dipinto fu acquistato da Samuel Courtauld, noto industriale e collezionista d’arte, nel 1928, ma dopo la sua morte nel 1947, il dipinto passò a Lady Christabel Aberconway, che secondo John Richardson, biografo di Picasso, era l’amante di Courtauld.
Christie’s si impegnerà a cercare nei prossimi tre mesi un acquirente inglese per evitare che il dipinto fuoriesca dal paese, lasciando così la possibilità per i musei di trovare fondi per l’acquisizione, dopodiché sarà messo in asta. Niña con Paloma è un dipinto di una delicatezza commovente realizzato dal maestro nel 1901. La colomba è una figura ricorrente nell’opera di Picasso, risalente ai primi schizzi infantili, e rappresenta il ricordo di sua sorella Conchita morta di difterite nel 1895, dolore che accrebbe di malinconia il suo Periodo Blu.

– Martina Gambillara

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.
  • Zamlap

    Opera senza tempo, come le vere opere d’arte, può essere stata dipinta oggi o duemila anni fa.