Paesaggi dello Scompiglio. A interpretarli saranno gli artisti. Con un concorso che premia i migliori progetti: in Toscana natura fa rima con scultura

Alberi, portali, corsi d’acqua. Armonie di storia e natura, nell’interazione stratificata e discontinua tra paesaggio e architettura. La Tenuta dello Scompiglio, centro per le arti contemporanee ingemmato nel cuore della campagna toscana, nei pressi di Lucca, parte proprio dalla sua identità paesaggistica, per promuovere il Premio “Portali Dello Scompiglio”#1. Aperto agli artisti di qualsiasi nazionalità, […]

Natura e architettura nella Tenuta dello Scompiglio, a Vorno, Lucca

Alberi, portali, corsi d’acqua. Armonie di storia e natura, nell’interazione stratificata e discontinua tra paesaggio e architettura. La Tenuta dello Scompiglio, centro per le arti contemporanee ingemmato nel cuore della campagna toscana, nei pressi di Lucca, parte proprio dalla sua identità paesaggistica, per promuovere il Premio “Portali Dello Scompiglio”#1.
Aperto agli artisti di qualsiasi nazionalità, età e profilo, emergenti o ampiamente affermati, il concorso prevede la selezione di dieci progetti finalisti, un evento espositivo e tre premi in denaro per un valore complessivo di 22.500 euro.
Ed è proprio da un elemento caratteristico del luogo che prende spunto il concept: lo spazio della Tenuta si articola attraverso una serie di portali accennati, marker architettonici che accompagnano il passo, cadenzando lo scorrere del tempo e l’evolversi del contesto naturale. Da qui si disegnano percorsi sensibili e zone di transizione fra il bosco selvatico, l’agricoltura e la struttura ordinata del paesaggio antropizzato.
Individuare e interpretare conflitti e continuità tra interventi architettonici, funzionali all’attività dell’uomo, ed equilibri dello spazio agreste, è l’obiettivo del concorso: agli artisti si chiede di progettare installazioni en plein air lungo i sentieri individuati, così da espletarne una lettura creativa.
La dead line per iscriversi è fissata per il 30 aprile 2012, mentre tutte le info si trovano sul sito www.delloscompiglio.org, sezione cultura/art visive

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.