New York Updates: Saturday night fever, è tempo di Notte Bianca. Apertura straordinaria e arte come se piovesse, tra le vie di Brooklyn. Da Bushwick a Williamsburg si trotta fino a tardi

Le notti dell’Armory Art Week? Lunghe, sfavillanti, chiassose e molto, molto exciting. La girandola di eventi, inaugurazioni, party, incontri, si chiude però con una notte più speciale delle altre, l’ultimo bagno di folla, di immagini e di rumore offerto dalla super settimana dell’arte newyorchese. La febbre del sabato sera, così, è targata Armory e contagia […]

Bogart Street, nel quartiere Bushwick, a Brooklyn - foto Guillaume Gaudet

Le notti dell’Armory Art Week? Lunghe, sfavillanti, chiassose e molto, molto exciting. La girandola di eventi, inaugurazioni, party, incontri, si chiude però con una notte più speciale delle altre, l’ultimo bagno di folla, di immagini e di rumore offerto dalla super settimana dell’arte newyorchese. La febbre del sabato sera, così, è targata Armory e contagia tutta Brooklyn: nella parte nord del più popoloso distretto di Nyc, si alterneranno opening, spettacoli e performance, con le gallerie dei quartieri di Bushwick, Greenpoint e Williamsburg aperte fino alle 22.
Trionfo di luci e proiezioni, spalmate tra muri dei palazzi, marciapiedi, bar e ristoranti, a Williamsurg, che punta tutto sulla forza del video e sulla sua capacità di modificare percezione e identità degli spazi urbani dopo il tramonto; poi, nella sala teatro del cine-bar indieScreen, uno screening speciale con un programma di video d’artista e un rendez-vous mondanissimo in zona lounge dove godersi un sano cocktail-time.
Anche le strade di Bushwick, quartiere “alternativo” che fa tendenza – una volta zona di “confine”, oggi punto di riferimento per l’art life cittadina – si animano grazie alla miriade di appuntamenti disseminati tra gallerie e spazi indipendenti: il tutto coincide, tra l’altro, con la settimana edizione del Bushwick beat Nite, evento notturno che ogni due anni consacra il quartiere all’arte e alle sue follie. Tutte le gallerie sulla 56 Bogart Street, insieme a numerosi spazi limitrofi, compresi il nuovissimo Luhring Augustine Bushwick, partecipano a quest’anno all’Armory Arts Week, confezionando show ed eventi ad hoc. Afterparty ufficiale tra i dipinti, i disegni e le sculture della English Kills Gallery.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.