Lo Strillone: Vittorio Sgarbi e i sepolcri medievali su Il Giornale. E poi Il paesaggio dell’autostrada italiana, Body art d’autore, cultura ebraica nell’opera di Modigliani…

Dai ponti di Calatrava ai riferimenti letterari sospesi tra Calvino e Pasolini: La Repubblica recensisce Il paesaggio dell’autostrada italiana, volume di suggestioni raccolte da Giacomo Polin. Consigli per la lettura anche su Corriere della Sera: con Lezioni di disegno (editrice arte’m) Marina Causa Picone racconta il Settecento di Gaspare Traversi. Alla conquista di Mosca! Il […]

Quotidiani
Quotidiani

Dai ponti di Calatrava ai riferimenti letterari sospesi tra Calvino e Pasolini: La Repubblica recensisce Il paesaggio dell’autostrada italiana, volume di suggestioni raccolte da Giacomo Polin. Consigli per la lettura anche su Corriere della Sera: con Lezioni di disegno (editrice arte’m) Marina Causa Picone racconta il Settecento di Gaspare Traversi.

Alla conquista di Mosca! Il Giornale dell’Arte marcia sulla Piazza Rossa: presentato dall’editore Inna Bazenhova il primo numero dell’edizione russa del mensile Allemandi, annunciato da una breve su La Stampa. Gironzola tra i monumenti funebri Vittorio Sgarbi: sepolcri medievali per la terza tappa del suo inserto kult per Il Giornale.

Body art d’autore per Avvenire: primo piano per Gina Pane al MART, taglio basso perla Abramovic al PAC. Riferimenti della cultura ebraica nell’opera di Modigliani: da oggi in mostra a Roma, nel palazzo della Cancelleria, segnalazione su Europa.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.