Israele in corsa. Nuove strutture per il contemporaneo, come l’addition del Tel Aviv Museum of Art by Preston Scott Cohen. Da festeggiare con un intero art year

Conflitto arabo-israeliano. No, niente tensioni in Cisgiordania e Strascia di Gaza, stavolta: il conflitto – vivaddio – si gioca sul terreno della creatività. Già, perché mentre nell’area del Golfo prende il via la sesta edizione di Art Dubai, dalle parti di Israele si risponde con il Tel Aviv Art Weekend, una serie di appuntamenti – […]

Il Tel Aviv Museum (credit Amit Giron)

Conflitto arabo-israeliano. No, niente tensioni in Cisgiordania e Strascia di Gaza, stavolta: il conflitto – vivaddio – si gioca sul terreno della creatività. Già, perché mentre nell’area del Golfo prende il via la sesta edizione di Art Dubai, dalle parti di Israele si risponde con il Tel Aviv Art Weekend, una serie di appuntamenti – fra il 21 e il 25 marzo – che introdurranno un intero anno dedicato dalla Capitale all’arte. Nel corso del 2012 infatti Tel Aviv sarà interessata dal completamento di tre grandi progetti di carattere culturale, artistico e architettonico, dalla la ristrutturazione della Cinematheque al rinnovo del Teatro Habima, da sempre luogo d’incontro della vivace vita artistica della città, fino all’ampliamento del Tel Aviv Museum of Art, che ha raddoppiato il suo spazio espositivo attraverso una nuova ala del museo realizzata dall’architetto americano Preston Scott Cohen.
Per celebrare questi traguardi il sindaco Ron Huldai ha dichiarato insomma il 2012 l’anno dell’arte di Tel Aviv, che prende il via in questo Art Weekend che vede protagonisti tutti i musei della città ed oltre cento gallerie indipendenti, insieme a spazi espositivi alternativi, centri culturali, ma anche ristoranti e caffè della città. Fra le tante iniziative ARTFI – The Fine Art & Finance Conference, conferenza dedicata agli aspetti finanziari dell’arte intesa anche come risorsa sempre più popolare per gli investimenti, e Street Art, con gigantografie di giovani artisti israeliani esposte sui maggiori edifici nel centro di Tel Aviv. Presso il Tel Aviv Museum of Art prevista una maratona non stop di tavole rotonde, conferenze, appuntamenti con la danza, videoproiezioni, mostre, che culminerà sabato 24 con un multi-media gala nell’atrio della nuova ala del museo, con artisti e performers in una serie di lavori che connettono la visual art alla musica, al design interattivo, all’architettura concettuale, alle performances dal vivo, all’animazione.

Programma dettagliato: www.artyear.co.il/en

  • sara

    ADDICTION TO WHAT? Heroine?
    Ma studiate l’inglese prima di usarlo. Ignoranti.

  • Massimo Mattioli

    Tutta questa veemenza per una “c” scappata?
    Io ho scritto l’articolo, scusi lei come si permette di darmi dell’ignorante? Per un refuso? Ma mi conosce?
    La mia email è qui, se vuole confrontarsi

  • Gennaio

    Siamo tutti addict della crescita verticale di Tel Aviv!!