“Gli Imperdibili” della settimana. Tutto World Press Photo, l’archivio del New York Times, Spielberg davanti alla tv e lo studio di Escher…

Gli Imperdibili, 3 marzo 2012 Cosa c’è di più affascinante di un edificio monumentale abbandonato? In questo caso, ad aumentare l’effetto ci si è messo il clima non proprio consueto. Il fotografo inglese Timothy Allen è andato a visitare l’incredibile auditorium comunista a forma di disco volante a Buzludzha, in Bulgaria. Guardate cosa ha trovato… […]

L'installazione di Ana Soler

Gli Imperdibili, 3 marzo 2012

Cosa c’è di più affascinante di un edificio monumentale abbandonato? In questo caso, ad aumentare l’effetto ci si è messo il clima non proprio consueto. Il fotografo inglese Timothy Allen è andato a visitare l’incredibile auditorium comunista a forma di disco volante a Buzludzha, in Bulgaria. Guardate cosa ha trovato

 

Non capita tutti i giorni di vedere un regista del calibro di Steven Spielberg in ansia per la performance del suo film (Lo Squalo) durante la notte degli Oscar. In questo eccezionale video di Youtube vediamo il regista americano davanti alla tv nel 1975, mentre l’Academy annuncia le nomination. Spielberg non vinse, ma suoi concorrenti erano Fellini, Forman, Kubrick, Altman e Lumet…

 

La fotografia vincitrice di World Press Photo nel 1975

Una pagina web dove sono riunite tutte le fotografie vincitrici di World Press Photo. Dal 1955 a oggi. Una carrellata emozionante attraverso la storia.

 

Ha vinto cinque Oscar nel 2012 con un film muto e in bianco e nero. Michel Hazanavicius, regista di The Artist, racconta come ha avuto l’idea del film e come è stato girarlo.

 

L'installazione di Ana Soler

Lei si chiama Ana Soler ed è un’artista spagnola. Per la sua ultima installazione, visibile presso la Mustang Art Gallery di Alicante, ha sospeso duemila palline da tennis nello spazio espositivo, servendosi di fili trasparenti. L’effetto, molto suggestivo, è quello di assistere al rimbalzare di poche palline al rallentatore.

 

Dopo il non proprio memorabile Alice nel Paese delle Meraviglie, Tim Burton torna ai vecchi amori rispolverando la storia di Frankenweenie, il cagnolino frankestein protagonista di un suo cortometraggio del 1984. Il rifacimento è full-lenght e anche 3D. Arriva nei cinema il prossimo ottobre e questo è l’atteso trailer.

 

Una fotografia dell'archivio del New York Times

Il New York Times sbarca su Tumblr. Il blog del più grande quotidiano americano si chiama The Lively Morgue (L’obitorio vivace) e pubblicherà ogni settimana numerose e rare immagini d’archivio, con tanto di scansione del retro. Quello del NYT è infatti uno degli archivi fotografici più vasti al mondo, soprannominato dai giornalisti proprio “The Morgue”.

 

Com’era fatto lo studio di M.C. Escher? Che oggetti conteneva e qual’era l’atmosfera? Il regista spagnolo Cristóbal Vila ha provato a ricostruirlo in questo poetico cortometraggio intitolato Inspirations.

 

Julian Schnabel, Goodbye Mike Kelley, 2012

L’omaggio di un grande artista verso un altro grande artista. Julian Schnabel saluta così Mike Kelley. Con un’opera esposta alla Brucennial, risposta indipendente alla Biennale del Whitney.


Yves Klein nel suo studio

Sempre della serie “studi d’artista”, ormai immancabile nella nostra rubrica, ecco Yves Klein, con tanto di vestiti imbrattati di pittura.

 

CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.