Fiera o museo? Da Marian Goodman a David Zwirner, a New York The Art Show si prepara a dare battaglia all’Armory

Caratteristica principale della fiera, una delle iniziative di Art Dealer Association of America, è che le gallerie presentano mostre personali, o al massimo con due artisti: esposizioni spesso di qualità museale, con opere dal XIX secolo ai giorni nostri. Accanto all’Armory Show, a scaldare i motori a New York c’è anche la 24esima edizione di […]

Caratteristica principale della fiera, una delle iniziative di Art Dealer Association of America, è che le gallerie presentano mostre personali, o al massimo con due artisti: esposizioni spesso di qualità museale, con opere dal XIX secolo ai giorni nostri. Accanto all’Armory Show, a scaldare i motori a New York c’è anche la 24esima edizione di The Art Show, in programma dal 7 all’11 marzo nella location del Park Avenue Armory.
Qualche highlight? Marian Goodman presenterà le opere di Francesca Woodman (scelta dietro la quale si potrebbero celare le voci di una prossima personale dell’artista al Guggenheim), Metro Pictures una serie di collage di Cindy Sherman del 1976, Suzan Frekon sarà protagonista da David Zwirner, Lachaise/Bourgeois da Cheim&Read, Francis Picabia da Michael Werner, Sarah Sze – lanciatissima dopo l’annuncio della selezione per il padiglione Usa alla Biennale 2013 – da Tanya Bonakdar Gallery, Ori Gersht da CRG Gallery.
Presenti  per la prima volta quest’anno Alexander and Bonin, Crown Point Press, Greene Naftali Gallery, Anton Kern Gallery e Van de Weghe Fine Art. Acquavella ospiterà la mostra Postwar Abstraction and Figuration, la Galerie St. Etienne l’Espressionismo tedesco e austriaco con Max Beckmann, Otto Dix, George Grosz, Gustav Klimt, Oskar Kokoschka, Egon Schiele, mentre Mary-Anne Martin/Fine Art presenterà la mostra Surrealism in Latin America.

– Martina Gambillara