Avete votato per il patrimonio culturale più trascurato in Italia? Il sondaggio di Artribune ormai è un must, da domani si sceglie la migliore Biennale di Venezia degli ultimi venti anni

Suffragio universale. No, qui c’entrano poco Giolitti o Zanardelli: ma è la partecipazione sempre più massiccia ai sondaggi di Artribune, a farci pensare in termini di votazioni allargate. Ci aveva sorpreso constatare oltre milleduecento voti espressi nel precedente sondaggio, ma lì si era creata una sorta di “gara” per la vetta della Power List all’italiana. […]

La Villa Reale di Monza

Suffragio universale. No, qui c’entrano poco Giolitti o Zanardelli: ma è la partecipazione sempre più massiccia ai sondaggi di Artribune, a farci pensare in termini di votazioni allargate. Ci aveva sorpreso constatare oltre milleduecento voti espressi nel precedente sondaggio, ma lì si era creata una sorta di “gara” per la vetta della Power List all’italiana. Ora la cosa si ripete con la consultazione attualmente in corso, che chiede ai lettori Qual è il patrimonio culturale più trascurato in Italia?.
A poche ore dalla chiusura – se non avete ancora detto la vostra, affrettatevi! -, siamo oltre i 1150 suffragi: ed in testa – c’era da aspettarselo, dopo le recenti vicende di cronaca – ci sono gli Scavi di Pompei, con 361 Voti, il 31% del totale. Seconda piazza, nelle preoccupazioni dei lettori, per la sempre aperta ferita del Centro storico de L’Aquila (20%, 231 Voti), mentre il podio è chiuso dalla Villa Reale di Monza (14%, 165 Voti), che se l’è scampata bella – non ce ne vogliano gli amici leghisti – dal teatrino dei “ministeri del nord”, ma le cui sorti ancora impensieriscono molti.
Ultime ore, dunque, anche se il responso così netto difficilmente potrà cambiare. E poi? E poi ci abbiamo preso gusto – e anche voi, ci par di capire -, per cui è già pronto il prossimo sondaggio, con un tema di quelli che appassionano sempre tutti gli art maniac. Qual è stata la migliore Biennale di Venezia degli ultimi venti anni? Si parte da quella del 1993 – direttore Achille Bonito Oliva, si finisce con l’ultima, 2011, direttore Bice Curiger. Con la speranza che Massimiliano Gioni il prossimo anno annulli il risultato, qualunque sarà…