San Valentino ad arte vol. 1: quando la Soprintendenza fa il suo mestiere. A Cosenza gli studenti vanno a cercare le Storie d’amore in Galleria

No, tranquilli, al bando la retorica valentiniana. Se prendiamo spunto dalla “festa degli innamorati” è perché ci sono ragioni particolari, che ci paiono interessanti anche per aspetti che vanno al di là della contingenza. La prima ci porta in Calabria: già, torniamo a parlarne a breve distanza dall’annuncio del sostanzioso impegno della Regione nell’arte contemporanea, […]

Mattia Preti - Trionfo d'amore

No, tranquilli, al bando la retorica valentiniana. Se prendiamo spunto dalla “festa degli innamorati” è perché ci sono ragioni particolari, che ci paiono interessanti anche per aspetti che vanno al di là della contingenza. La prima ci porta in Calabria: già, torniamo a parlarne a breve distanza dall’annuncio del sostanzioso impegno della Regione nell’arte contemporanea, vi dice qualcosa?
Stavolta invece ci torniamo per un plauso alla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, retta egregiamente da Fabio De Chirico, perchè è fra le poche soprintendenze che – piuttosto, come accade in troppi altri casi, che esaurirsi in pastoie burocratiche, mettendosi in evidenza nell’ostacolare progetti invece che proporne – si danno seriamente da fare per valorizzare il proprio patrimonio, con le poche risorse a disposizione.
Succede appunto in occasione della festa di San Valentino 2012, con Storie d’amore in Galleria, un percorso guidato, differenziato per le diverse fasce di pubblico scolastico, attraverso le rappresentazioni pittoriche della Galleria Nazionale di Cosenza a Palazzo Arnone. Lo spunto per portare tanti giovani al museo – martedì 14 febbraio, alle 9.30 – è proprio il tema dell’amore, nelle opere di Mattia Preti, Luca Giordano, Frans Wouters, Umberto Boccioni, Gaele Covelli e di tanti altri artisti.

www.articalabria.it