Oltre la memoria, solo foto e video. Da caricare direttamente sul sito di Celeste Network, per partecipare al bando beyondmemory

Capire il passato per costruire un futuro migliore. Come cambia nel tempo la memoria collettiva? Può l’uso eccessivo delle immagini cambiare i punti di vista della storia? Quanto sono importanti le percezioni della storia nei nostri atteggiamenti attuali? Sono solo alcuni degli spunti contenuti nel tema del bando beyondmemory, nato da un’idea di Marinella Paderni […]

Capire il passato per costruire un futuro migliore. Come cambia nel tempo la memoria collettiva? Può l’uso eccessivo delle immagini cambiare i punti di vista della storia? Quanto sono importanti le percezioni della storia nei nostri atteggiamenti attuali? Sono solo alcuni degli spunti contenuti nel tema del bando beyondmemory, nato da un’idea di Marinella Paderni (curatrice, scrittrice e lecturer specializzata in fotografia contemporanea e media) e da una collaborazione tra Fondazione Studio Marangoni e Celeste Network, per riflettere sul ruolo della fotografia e del video nella percezione della storia e della memoria collettiva.
Tutti i fotografi e video artisti, italiani e stranieri, senza limiti di età, di sesso o di professione, sia singoli che in gruppo, che quotidianamente si arrovellanno su questi concetti nel loro lavoro artistico, sono invitati a presentare le loro opere che saranno pubblicate sul sito di Celeste Network, in un’area speciale chiamata beyondmemory. La quota d’iscrizione è di 30 euro per ogni progetto, che include fino a 10 immagini/video. I dieci progetti selezionati da Giovanna Calvenzi (photo editor), Daniele De Luigi (curatore) e George Tatge (fotografo), saranno pubblicati in un catalogo e invitati alla mostra che avrà luogo nella fsm gallery della Fondazione Studio Marangoni a Firenze, dal 15 maggio al 12 giugno. Alla mostra, Marinella Paderni, selezionerà i vincitori del premio: 1° Premio: 1.000 euro; 2° Premio: 500 euro; 3° Premio: 500 euro. Adesioni entro il 29 febbraio 2012.

– Claudia Giraud

www.premioceleste.it/beyondmemory/

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).