Fashion freepress o freepress fashion? Solo per un giorno, Karl Lagerfeld si reinventa direttore di una special issue di Metro

Il suo ritratto campeggia in copertina, e bastano pochi tratti per riconoscerlo: gli occhiali scuri, trasformati per l’occasione nel mappamondo logo del giornale, la criniera bianca, e la classica smorfia. È Karl Lagerfeld, stilista, artista, fotografo, e molto altro, che per il numero odierno (martedì 7 febbraio) s’è improvvisato direttore – per un giorno –  […]

Il suo ritratto campeggia in copertina, e bastano pochi tratti per riconoscerlo: gli occhiali scuri, trasformati per l’occasione nel mappamondo logo del giornale, la criniera bianca, e la classica smorfia. È Karl Lagerfeld, stilista, artista, fotografo, e molto altro, che per il numero odierno (martedì 7 febbraio) s’è improvvisato direttore – per un giorno –  della freepress Metro.
Niente stampa patinata, ma un giornale distribuito gratuitamente: una scelta non scontata, che fa tornare in mente quella – che a suo tempo fece scalpore – di disegnare per il colosso del cheap H&M. Ed ecco la sua pagina, in cui condensa opinioni al vetriolo, commenti a politica ed economia internazionale, piccoli schizzi: dalla Regina Elisabetta alla crisi greca. Per chi se lo è perso, una piccola intervista (anche in video) sul sito del giornale racconta il Lagerfeld-pensiero sulla moda, sull’ispirazione e sul fatto che i bei vestiti non è detto che debbano costare cari…

– Maria Cristina Bastante

Il link alla video intervista a Karl Lagerfeld