Countdown serrato per il direttore di Artissima: domani il nome? Intanto i rumors danno in testa una new entry dei ballottaggi, ancora una donna…

Artissima, ora X. Il termine per annunciare il nome del futuro direttore era stato fissato “entro il 15 febbraio”, ma pare proprio che la commissione abbia anticipato i tempi. Nel pomeriggio è infatti circolato un comunicato che fissa in domani – 10 febbraio – la probabile comunicazione, confermando peraltro le indiscrezioni anticipate nei giorni scorsi […]


Artissima
, ora X. Il termine per annunciare il nome del futuro direttore era stato fissato “entro il 15 febbraio”, ma pare proprio che la commissione abbia anticipato i tempi. Nel pomeriggio è infatti circolato un comunicato che fissa in domani – 10 febbraio – la probabile comunicazione, confermando peraltro le indiscrezioni anticipate nei giorni scorsi da Artribune: 44 erano i candidati, fra i quali è stata selezionata una rosa di 7 nominativi, che sono stati chiamati questa mattina per un colloquio.
Ma la prima sorpresa arriva dalla composizione della commissione stessa: inizialmente composta – come annunciato dai precedenti documenti, pubblicati anche da noi – dai 3 assessori alla cultura di Città, Regione e Provincia, e dai 2 consiglieri della Fondazione Torino Musei rappresentanti della Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT, nella formulazione comunicata oggi, dove si indica in Franco Amato il consigliere della Fondazione CRT, non compare più il rappresentante della Fondazione San Paolo. Cosa si nasconde dietro la non certo casuale revisione?
Riguardo alla selezione, la commissione sostiene di aver “espresso le proprie valutazioni che saranno trasmesse al Consiglio Direttivo della Fondazione Torino Musei, organo preposto alla nomina del direttore, che si riunirà domani, venerdì 10 febbraio alle 17.30”. Ferve dunque l’attesa, per quella che ormai è più che una notizia, quasi una lotteria, alla quale Artribune invitata tutti a dare il proprio contributo. Intanto, visto che le precedenti anticipazioni si sono poi rivelate azzeccate, ecco la nostra puntata: stando ai rumors che raccogliamo in giro – e mica ce ne stiamo a braccia conserte ad aspettare! -, i magnifici sette potrebbero essere pescati all’interno di una lista comprendente Alessandro Rabottini, Nicola Davide Angerame, Vincenzo de Bellis, Gyonata Bonvicini, Lorenzo Fusi, Marcella Beccaria, Ilaria Bonacossa (data per lunghi giorni come favorita, e solo ultimamente come probabile scartata), ma in pole position si troverebbe Sara Cosulich Canarutto in vantaggio su Luigi Fassi.

  • Giangiorg

    Io vedo bene Lorenzo Fusi altroché. E’ l’unico con un profilo internazionale del gruppone. Altroché Bonvicini, di Bonvicini mi interessa solo Monica!!!

  • Villa V.

    Urca, le cose si fanno interessanti. Cool una fiera a una femmina

  • Rino Marcello

    Ma sarebbero grandi nomi, questi? Fassi è famoso come caffè…e basta e poi gli altri…

  • Ah Rino, se sono stranieri siamo provinciali, se sono nomi importanti c’è la gerontocrazia, se sono nomi di mid career non sono nessuno…. Mai, dico mai soddisfatto, così per posa?

  • Gino

    Tanto rumore per nulla..
    Curatori o pseudo critici che fanno fiere.. E cercano di raccogliere gallerie ormai allo stremo.. Andare nelle gallerie e vedere le mostre ..non e forse piu interessante?

    • Colise’

      Chi sei? Il nichilista dei soliti idioti? Le fiere so mmedda

  • marta jones

    ma intanto Art Chicago chiude, e invece le ricche casse comunali della florida Torino gestita da pietosi amministratori, possono permettersi di mantenere in vita una fiera a spese dei contribuenti per far arricchire il curriculum di ‘giovani’ curatori italiani che non trovano spazio altrove. Almeno lo dicessero chiaramente, invece di nascondersi dietro l’evento culturale a vantaggio della città….

  • L’esperienza internazionale, sia curatoriale sia produttiva e di relazione, di Lorenzo Fusi sarebbe finalmente quel che ci vuole per una fiera unica nel suo genere nel piccolo panorama italiano. Ha fatto dei progetti straordinari sinora come curatore della sezione International, la più importante della Biennale di Liverpool, certo. La stessa Liverpool dove è andato Manacorda (alla locale Tate).

  • bg

    Classifica :

    1 Beccaria
    2 Fusi
    3 ( pari merito ) De Bellis , Fassi , Rabottini
    4 Bonacossa
    5 …

    Ke vinca il migliore !!!