Avanti con la filosofia-Pietromarchi. Al via al Macro il programma di residenze d’artista, a Roma la lecture dell’inglese Graham Hudson

Trasformare il museo in un centro di produzione artistica, e non solo di promozione e diffusione culturale. Era questo uno dei cardini della filosofia-Pietromarchi, quando presentò le linee guida per la sua direzione del Macro: e come strumento principe per raggiungere l’obbiettivo era indicato il programma di residenze d’artista, con i residenti ospitati nei quattro […]

Graham Hudson - Chair Miami

Trasformare il museo in un centro di produzione artistica, e non solo di promozione e diffusione culturale. Era questo uno dei cardini della filosofia-Pietromarchi, quando presentò le linee guida per la sua direzione del Macro: e come strumento principe per raggiungere l’obbiettivo era indicato il programma di residenze d’artista, con i residenti ospitati nei quattro spazi del secondo piano dell’ala storica, trasformati in studi di circa 100 mq. Al termine della residenza, della durata di quattro mesi, gli studi diventano spazi espositivi per ospitare le opere ideate e realizzate appositamente per il museo.
Ora il progetto giunge al suo primo step, con il primo appuntamento di Welcome Lecture, una serie di conversazioni tra l’artista residente, un curatore e il pubblico. “Incontri informali durante i quali in forma colloquiale sarà presentata la poetica e la metodologia di lavoro dell’artista, con anticipazioni sul progetto che intende sviluppare durante il periodo di residenza”. Debutto affidato all’artista – architetto inglese Graham Hudson, in conversazione con Benedetta Carpi; i prossimi incontri vedranno invece protagonisti Carola Bonfili (28 febbraio), Luigi Presicce (1 marzo) e Ishmael Randall-Weeks (9 marzo).

Giovedì 23 febbraio 2012 – ore 18.30
Macro – Sala Conferenze
Via Reggio Emilia, 54 – Roma
www.macro.roma.museum