Architetture botaniche. Christiane Loehr a Villa Panza per la donazione di due opere, ecco foto e video-blitz della serata

“Un raro esempio di generosità”: così Marco Magnifico, vice Presidente Esecutivo del FAI, sintetizza il gesto dell’artista tedesca Christiane Loehr (1965, Wiesbaden), che a  due anni di distanza da Dividere il vuoto, mostra temporanea organizzata nel 2010 insieme a Giuseppe Panza di Biumo, sceglie di donare due sue sculture alla Collezione di Villa Panza. “Drei […]

Un raro esempio di generosità”: così Marco Magnifico, vice Presidente Esecutivo del FAI, sintetizza il gesto dell’artista tedesca Christiane Loehr (1965, Wiesbaden), che a  due anni di distanza da Dividere il vuoto, mostra temporanea organizzata nel 2010 insieme a Giuseppe Panza di Biumo, sceglie di donare due sue sculture alla Collezione di Villa Panza. “Drei Quader (Tre cubi)” e “Bogenform und kleine Erhebung (Forma d’archi e piccola elevazione)”, che resteranno permanentemente in dialogo con le opere di  Ford Beckman, al primo piano.

A salutare le nuove acquisizioni, nella serata introdotta da Anna Bernardini, direttore della Villa e Collezione Panza, anche il critico Germano Celant e Giuseppina Panza, figlia del Conte mecenate. Celant contestualizza l’opera della Loehr, che regala limpidi racconti della propria esperienza; tanti i visitatori accorsi per queste “architetture botaniche”, che mostrano il tempo, la coesione e la grandezza dell’infinitamente piccolo.  C’eravamo anche noi di Artribune, ecco le foto e il video-blitz della serata…

– Ginevra Bria

www.fondoambiente.it