Se Piero Pizzi Cannella si mette in piazza. Dopo le polemiche sulla statua di Papa Wojtyla a Roma ci riprovano con l’arte pubblica

Mentre il monumento a Giovanni Paolo II di Oliviero Rainaldi dopo infinite e stucchevoli polemiche è oggi ricoperto da una impalcatura che pare il Globe Theatre di Shakespeare, un’altra area romana si appresta a ospitare l’intervento artistico di un artista che, come Rainaldi, risiede nella factory del Pastificio Cerere, quartiere San Lorenzo. Secondo quanto anticipato […]

Rendering del progetto di Piero Pizzi Cannella per Piazza Bainsizza

Mentre il monumento a Giovanni Paolo II di Oliviero Rainaldi dopo infinite e stucchevoli polemiche è oggi ricoperto da una impalcatura che pare il Globe Theatre di Shakespeare, un’altra area romana si appresta a ospitare l’intervento artistico di un artista che, come Rainaldi, risiede nella factory del Pastificio Cerere, quartiere San Lorenzo.
Secondo quanto anticipato dalla cronaca romana de La Repubblica Piero Pizzi Cannella, alfiere della Nuova Scuola Romana teorizzata da Achille Bonito Oliva negli anni ‘80 proprio al Pastificio, sarà il protagonista della riqualificazione di Piazza Bainsizza, elegante ma trasandato piazzale conficcato tra gli stabili abitati dall’affluente borghesia del quartiere Della Vittoria, a metà strada tra lo Stadio Olimpico e San Pietro.
L’intervento di Pizzi Cannella, che stando alle anticipazioni dovrebbe concentrarsi sulla pavimentazione della piazza, sarà il primo di una lunga serie di opere di arte pubblica affidate a artisti contemporanei nel quartiere. Almeno stando all’intervista che Antonella de Giusti, presidente del XVII Municipio (dove Piazza Bainsizza insiste) ha rilasciato al quotidiano romano. Oltre all’arte contemporanea, poi, l’intervento vedrà impegnati due studi di architettura capitolini: Far Associati e AnomiaStudio. Dai materiali di quest’ultimo abbiamo ricavato i primi rendering del progetto.

  • Accadì

    Si puo’ dire che i renderings non promettono nulla di buono? Boh, io l’ho detto.

    • SAVINO MARSEGLIA (curatore indipendente)

      “l’architettura non è altro che l’ordine, l’armonia, la disposizione con i fattori ambientali del luogo, la bella apparenza, la proporzione delle parti tra loro, la convenienza, il conforto psicofiscico e la distribuzione”
      LEON BATTISTA ALBERTI (De re aedificatoria)

  • Annibale Villoresi

    a giudicare dal rendering, che non promette nulla di che, è uguale al progetto, per altro già realizzato, di Giuseppe Spagnulo in occasione dell’anniversario dei caduti di Nassiria, per altro proprio a Roma !!
    Pizzi è un bravo pittore ma con la scultura non ha nulla a che spartire.
    Ma essendo una casta anche quella del Pastificio Cerere (chi ha mai sentito il nome di Rainardi prima che finisse davanti alla stazione Termini) si da la commissione ad un pittore per fare della scultura.
    Volete pubblicare i nomi e i comitati che hanno scelto e se c’è stata una gara pubblica per aggiudicarsi la piazza ??

  • gianni

    Ma come il piu’ grande pittore italiano si mette a fare lo stradino, ma che pena.

  • lorenzo

    ma chi sono questi architetti? possibile che di due studi neppure uno abbia un sito internet? come sono stati scelti? chi ha giudicato il progetto.. tutte informazioni che altrove si avrebbero con un click di mousse..

    non entro nel merito del progetto perchè dagli elaborati che vedo non è valutabile..