Money is his medium. Damien Hirst imperversa con le sue undici spot-exhibition in tutto il globo, ed Hennessy Youngman lo immortala alla sua maniera…

Di Hennessy Youngman si è già parlato più volte qui su Artribune. Di Damien Hirst pure. Eppure l’imperdibile video con cui Hennessy inaugura il nuovo anno di Art Thoughtz merita almeno una segnalazione. All’artista più chiacchierato del momento, viste le undici personali inaugurate da pochi giorni presso tutte le gallerie Gagosian sparse per il mondo, […]

Di Hennessy Youngman si è già parlato più volte qui su Artribune. Di Damien Hirst pure. Eppure l’imperdibile video con cui Hennessy inaugura il nuovo anno di Art Thoughtz merita almeno una segnalazione. All’artista più chiacchierato del momento, viste le undici personali inaugurate da pochi giorni presso tutte le gallerie Gagosian sparse per il mondo, Hennessy Youngman dedica un video di tre minuti in cui non se ne fa scappare una: da Bono agli occhiali blu, dagli Oasis a “The Cell”, fino al Brit Pop ed al valore commerciale dell’opera d’arte.
Con il tono ironico che l’ha reso famoso nella comunità virtuale, Hennessy compie una velocissima panorama sul personaggio Hirst, fino ad arrivare alla conclusione che: “Yes, Internet… money is his medium”. Ed anche l’appello finale, in cui Youngman si rivolge direttamente a DH, strappa un sorriso: “Damien, if u watching, I’m just trying to be rich like you”. Qualcosa ci dice che l’artista britannico apprezzerà una dichiarazione del genere…

– Alessandro Marzocchi

CONDIVIDI
Alessandro Marzocchi
Alessandro Marzocchi (Milano, 1986) è studente presso l’Università degli Studi di Parma, curatore e speaker radiofonico. Specializzato in arte contemporanea, da anni ha un conto aperto con La Mariée mise à nu par ses célibataires, même. Ha realizzato una serie di saggi sulla figura di Marcel Duchamp, su Jean-Michel Basquiat e sull’architettura giapponese. Ha curato la mostra “Black in White” (Parma 2007), e diverse esposizioni presso la Galleria Il Sipario di Parma, tra cui: “Mario Sironi” (2007), “Mino Maccari – Il difetto dell’intelligenza” (2008), “Corsi a vedere il colore del vento” (2010), “Titina Maselli – Annullare la facilità” (2010), “Omar Galliani 1981-2006...attraverso” (2010) e “Ut Pictura – Mario Schifano e Piero Pizzi Cannella” (2010). Dal 2011 collabora con Artribune.