Lo Strillone: Leonardo del mistero su Europa, e ai a raggi X spuntano i bozzetti nascosti. E poi architettura à gogo, con Boris Iofan a Mosca, la scomparsa di Ricardo Legorreta e una focus su Adolf Loos…

Maribor e Guimaraes si spartiscono oneri e onori: sono slovena e portoghese le capitali europee della cultura 2012, appena nominate dall’UE (non sarà un po’ tardi?!?), prontamente annunciate da L’Unità. Leonardo inedito sul primo numero dell’anno di Monsieur, ripreso da una breve su Europa: frugando con i raggi X spuntano prove e bozzetti nascosti dalla […]

Quotidiani
Quotidiani

Maribor e Guimaraes si spartiscono oneri e onori: sono slovena e portoghese le capitali europee della cultura 2012, appena nominate dall’UE (non sarà un po’ tardi?!?), prontamente annunciate da L’Unità. Leonardo inedito sul primo numero dell’anno di Monsieur, ripreso da una breve su Europa: frugando con i raggi X spuntano prove e bozzetti nascosti dalla celeberrima Adorazione dei Magi.

Otto milioni e otto nel 2011, +5% rispetto all’anno precedente: salgono i visitatori del Louvre, per La Repubblica il museo più visto del mondo. Da Vermeer a Kandinsky, una wunderkammer senza capo ne coda a Castel Rismondo in Rimini ripresa da La Stampa, che dedica il proprio primo piano alla retrospettiva con cui Mosca omaggia Boris Iofan, archistar dei Soviet.

Di architettura si occupa pure il Corriere della Sera: nell’Elzeviro di Vittorio Gregotti si approfondisce la figura di Adolf Loos; coccodrillo per Ricardo Legorreta, ottuagenario professionista messicano celebre per gli interventi urbanistici a Los Angeles, Bilbao e Tokio.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.