Lo Strillone: le sale novecentesche delle Gallerie d’Italia su La Stampa. E poi Francesco Tabusso, Wildt a Forlì, arte contemporanea e antichità nel segno del Mito in Sicilia…

Coccodrillo per Francesco Tabusso: Quotidiano Nazionale piange la scomparsa di colui che considera l’erede spirituale di Casorati, morto a Torino ad 81 anni. L’Unità va a Genova: a Palazzo Tursi galleria di foto per ricordare l’alluvione dello scorso novembre. Avvenire a tutta scultura: primo piano per la mostra su Wildt a Forlì; accorato ricordo di […]

Quotidiani
Quotidiani

Coccodrillo per Francesco Tabusso: Quotidiano Nazionale piange la scomparsa di colui che considera l’erede spirituale di Casorati, morto a Torino ad 81 anni. L’Unità va a Genova: a Palazzo Tursi galleria di foto per ricordare l’alluvione dello scorso novembre.

Avvenire a tutta scultura: primo piano per la mostra su Wildt a Forlì; accorato ricordo di Ilario Fioravanti, recentemente scomparso. Il Grechetto a Washington in una breve su Europa.

Anticipazione su La Stampa: pronte entro l’estate le sale novecentesche di Gallerie d’Italia. Arte contemporanea e antichità varie nel segno del Mito: doppia pagina su Corriere della Sera dedicata al maxi-evento che a breve animerà la Sicilia.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.