Lo Strillone: l’eolico conviene ma deturpa, disse Mario Pirani su Repubblica. E poi Arte Fiera, il tesoro dell’ammiraglio Nelson, le semplificazioni di Monti…

Bilancio senza slanci di entusiasmo, per Arte Fiera, su La Stampa e su Quotidiano Nazionale; di mercato si occupa pure Corriere della Sera: nell’inserto economico Paolo Manazza fa il punto sulle ultime grosse vendite delle maggiori case d’asta; nelle cronache si scopre come Picasso e Chagall siano in cima alla lista degli artisti preferiti dai […]

Quotidiani
Quotidiani

Bilancio senza slanci di entusiasmo, per Arte Fiera, su La Stampa e su Quotidiano Nazionale; di mercato si occupa pure Corriere della Sera: nell’inserto economico Paolo Manazza fa il punto sulle ultime grosse vendite delle maggiori case d’asta; nelle cronache si scopre come Picasso e Chagall siano in cima alla lista degli artisti preferiti dai ladri.

Mezzo secolo di trovatelli, dal Risorgimento all’Italia giolittiana. Su L’Unità ampia preview della mostra fotografica che spulcia, a Firenze, nell’archivio del Museo degli Innocenti. Il Giornale svela il rinvenimento, al largo delle coste del Libano, del tesoro appartenuto al mitico ammiraglio Nelson.

Appunti ministeriali: su La Repubblica Mario Pirani torna ad occuparsi di paesaggio, tirando la giacchetta di Ornaghi sull’annoso tema dell’eolico, che conviene ma deturpa; di paesaggio si parla pure su Il Sole 24Ore, con le novità per il settore introdotte dalle semplificazioni di Monti e soci. Mentre il TAR blocca le gare d’appalto per la gestione dei servizi accessori all’interno dei musei.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.