Gli “altri” italiani, su Sky. Babel lancia quattro documentari dedicati ad artisti stranieri, tutti innamorati dell’Italia. Gli short extract su Artribune Television

I nuovi italiani sbarcano su Sky. Sul canale 141, esattamente un anno fa, nasceva Babel, la prima televisione tutta dedicata alla figura dell’italiano d’oggi. Storie, volti, usi e costumi di chi in Italia vive all’alba del terzo millennio, contribuendo a una ridefinizione del concetto e dei parametri dell’italianità. Grande spazio, ovviamente, ai temi dell’immigrazione, grazie […]

uno still del documentario di Alessandra Galletta su Adrian Paci - produzione Babel

I nuovi italiani sbarcano su Sky. Sul canale 141, esattamente un anno fa, nasceva Babel, la prima televisione tutta dedicata alla figura dell’italiano d’oggi. Storie, volti, usi e costumi di chi in Italia vive all’alba del terzo millennio, contribuendo a una ridefinizione del concetto e dei parametri dell’italianità. Grande spazio, ovviamente, ai temi dell’immigrazione, grazie a interviste, rubriche culturali e programmi d’informazione pensati per dar voce agli stranieri arrivati fin qui.
Articolato il palinsesto, che alla prime time quotidiana incentrata su una specifica area geografica del mondo, alterna appuntamenti di interesse trasversale. Tra questi anche Edizione Limitata, un contenitore domenicale per l’intrattenimento intelligente con i progetti speciali e le rassegne del canale.
E non poteva mancare l’arte contemporanea nel palinsesto della domenica, che spalma lungo questo primo mese del 2012 cinque documentari diretti da Alessandra Galletta. Dopo un primo speciale sull’ormai conclusa Biennale di Venezia, a partire dall’8 gennaio e con cadenza settimanale arrivano quattro monografie dedicate ad artisti e designer stranieri, fortemente legati all’Italia: Adrian Paci, Rosa Jijon, Fernando & Humberto Campana e H.H. Lim.
In partnership con Babel, Artribune Television vi propone delle anticipazioni, pubblicando dei videoestratti di cinque minuti circa. Montaggi realizzati ad hoc, veloci ma gustosi, giusto per aprire l’appetito…

– Helga Marsala

www.babel.tv

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.