Fuori dai teatri, nei luoghi del quotidiano. È a San Gimignano la nuova tappa del progetto Wunderkammern, di Virgilio Sieni

È possibile collezionare gesti, movimenti minimi, espressioni fugaci del volto per disegnare una geografia rinnovata degli spazi del quotidiano? Bisognerebbe chiederlo al coreografo Virgilio Sieni che, indagando in modo sottile e raffinato i confini tra vita e rappresentazione, tra gesto e danza, tra naturalità e ricercatezza, ha ideato un progetto performativo pensato per Wunderkammern. Dopo […]

È possibile collezionare gesti, movimenti minimi, espressioni fugaci del volto per disegnare una geografia rinnovata degli spazi del quotidiano? Bisognerebbe chiederlo al coreografo Virgilio Sieni che, indagando in modo sottile e raffinato i confini tra vita e rappresentazione, tra gesto e danza, tra naturalità e ricercatezza, ha ideato un progetto performativo pensato per Wunderkammern. Dopo Firenze, Marsiglia, Dro/Trento e Napoli, la nuova tappa delle azioni coreografiche del noto coreografo fiorentino, a cura di Accademia sull’arte del gesto/Compagnia Virgilio Sieni, arriva a San Gimignano, all’interno della rassegna Leggieri d’Inverno 2012, decima stagione di teatro-danza del Teatro dei Leggieri.
Una salumeria, una casa privata, una libreria, una biblioteca, diventano qui occasioni per quattro azioni compiute da altrettanti abitanti del luogo all’interno delle loro stesse abitazioni o sedi di lavoro, dove i visitatori vengono accolti e invitati a osservare. Uscire dai teatri, dunque, per entrare nei luoghi del quotidiano dove oggetti, persone e passaggi intermedi tra un momento e un altro si rivelano capaci di trasformare il noto e la consuetudine in uno spazio di meraviglia…

– Paola Fleur

Sabato 14 gennaio 2012 – ore 18.00
Biblioteca Comunale
Via Folgore 17 – San Gimignano (Si)
www.sangimignano.com