Delhi Updates: dopo un party pre-inaugurale da sogno, artworld indiano al completo per la preview di India Art Fair. Ecco una prima carrellata di immagini…

Il direttore e proprietario del locale, Mr. Harsha Ramdas Bhatkal, oltre ad essere un lungimirante uomo d’affari e uno dei più importanti giornalisti in India in materia di economia, è anche un appassionato collezionista d’arte. Un mix perfetto per un party riuscito in ogni dettaglio, dalla selezione di cibi e vini alle sfrenate danze che […]

Il direttore e proprietario del locale, Mr. Harsha Ramdas Bhatkal, oltre ad essere un lungimirante uomo d’affari e uno dei più importanti giornalisti in India in materia di economia, è anche un appassionato collezionista d’arte. Un mix perfetto per un party riuscito in ogni dettaglio, dalla selezione di cibi e vini alle sfrenate danze che hanno visto protagonisti artisti, curatori e galleristi da tutto il globo. Il tutti nello scenario del Sura Vie,il  locale più cool di Delhi,  quattro piani e un rooftop da sogno: fra gli ospiti Mithu Sen (una delle più talentuose e quotate artiste indiane), Ombretta Agrò (curatrice italiana con base a NY), Mukesh Panika (direttore della galleria Religare Art), Sumakshi Singh (giovane e promettente artista, presente nella mostra Indian Highway al Maxxi).
Poi la protagonista diventa India Art Fair: stile e colore sono protagonisti del design della nuova sede situata ad Okhla, nel cuore di South Delhi. Costruita specificamente per la fiera, la struttura in acciaio e legno, minimal e nello stesso tempo molto “indiana”, grazie alle coloratissime stringhe di tessuto che la cingono, è di 12mila mq, ed è firmata da Sumant Jaikishan (veterano set designer, ha collaborato più volte anche per la Frieze Art Fair di Londra). Energia vibrante, colore (di opere e vestiti) e curiosità sono gli ingredienti salienti che accompagnano la folla di VIP alla preview: collezionisti, intellettuali, artisti, galleristi e appassionati d’arte, in abiti raffinati e piuttosto sportivi. Atmosfera meno formale, più rilassata e solare  rispetto a fiere come Londra o Basilea, tanto che a tratti ci si dimentica di essere nel fulcro del mercato dell’arte. Grande novità della fiera di quest’anno è la presenza di tante gallerie internazionali, molte delle quali espongono in India per la prima volta pur ospitando da diversi anni nelle proprie scuderie artisti indiani. Intanto date uno sguardo a qualche foto ambientale, a più tardi per un giro di stand…

– Giulia Ambrogi

CONDIVIDI