Miami Updates: Warhol garantiti? No, è solo la provocatoria campagna di viral Street Art di Geoff Hargadon

Se siete a Miami, avrete sicuramente già notato un cartellone pubblicitario piazzato qua e là tra avenue e boulevard, che reca la scritta “Cash for your Warhol”, (acronimo CFYW), Confidentialy Assured, Delears protected. La pubblicità propone inoltre autentiche assicurate, con tanto di numero di telefono e contatti email. Uno scherzo? Una bizzarria, molesta per il […]

Se siete a Miami, avrete sicuramente già notato un cartellone pubblicitario piazzato qua e là tra avenue e boulevard, che reca la scritta “Cash for your Warhol”, (acronimo CFYW), Confidentialy Assured, Delears protected. La pubblicità propone inoltre autentiche assicurate, con tanto di numero di telefono e contatti email.
Uno scherzo? Una bizzarria, molesta per il mondo dell’arte, tutta americana? Niente di tutto questo. Si tratta di un’operazione di street art firmata dall’artista Geoff Hargadon, una metafora della società americana e della sua relazione psicologicamente drammatica con la crisi ed i suoi segni tangibili, dove l’arte diventa un bene rifugio.
E mentre sembra che Geoff, peraltro in mostra con lo stesso lavoro alla fiera Pulse, abbia ricevuto un sacco di gente che vuole vendere o autenticare i propri Warhol, dimostrando la validità della teoria di partenza, pare che i manifesti, ma anche gli stickers correlati in una campagna di vero e proprio viral marketing, abbiano già invaso altre città americane e non solo, tappezzando le città di Londra, ad esempio, e Greenwich…

– Santa Nastro

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.