Ma Picasso chi? Ormai sono i grandi cinesi a tenere a galla il mercato dell’arte mondiale, ecco il racconto di una sfilza di record

Mentre si continua a parlare del rallentamento del mercato cinese, Poly Auction House di Pechino risponde con altri vertiginosi record raggiunti la settimana scorsa per l’arte cinese. Lunedì scorso un dipinto a inchiostro del 1951 del maestro Xu Beihong, il padre della pittura moderna cinese, è stato venduto a 42 milioni di dollari, stracciando i […]

L'opera di Xu Beihong venduta a 42 milioni di dollari

Mentre si continua a parlare del rallentamento del mercato cinese, Poly Auction House di Pechino risponde con altri vertiginosi record raggiunti la settimana scorsa per l’arte cinese. Lunedì scorso un dipinto a inchiostro del 1951 del maestro Xu Beihong, il padre della pittura moderna cinese, è stato venduto a 42 milioni di dollari, stracciando i precedenti record. Il 6 dicembre invece, un sigillo imperiale Tai Shang Huang Di è stato battuto a 25 milioni di dollari, segnando così il nuovo record per sigilli e giade. Un altro sigillo del 1831 è stato battuto a $14.3m, e un’altra coppia di sigilli in giada a $6.8milioni. A novembre, un dipinto a olio dell’artista Wu Guanzhong era stato aggiudicato a 23.6 milioni di dollari, dall’altra casa d’aste pechinese A&F. Il dipinto, intitolato Ten Thousand Kilometers of the Yangtze River, risale al 1973-74 ed è considerato uno dei più importanti dipinti dell’artista, morto a luglio 2010 a 91 anni. Il precedente record risaliva a giugno, per l’opera Lion Woods, battuta da Poly a $15.4m. Anche Fu Baoshi a novembre aveva battuto il proprio record con l’aggiudicazione a $31.5m per il dipinto Landscapes da Beijing Hanhai Art Auction.
Da ricordare poi il risultato di $57.2m per il dipinto di Qi Baishi, Eagle Standing on Pine Tree, Four-Character Couplet in Seal, che ha segnato il migliore risultato del 2011 per l’arte cinese, battuto a maggio da China Guardian. Il precedente record risaliva al 2009 con la cifra di $44.7m. Ottimi risultati anche per Zhang Daqian, che con l’opera Lotus and Mandarin Ducks battuta per $21.8m ha segnato il proprio record da Sotheby’s Hong Kong a maggio. Tutti nomi che si piazzano fra gli artisti più costosi sul mercato, scardinando Picasso dalla sua indiscussa prima posizione. Inoltre, grazie all’intensa attività che portano gli artisti moderni cinesi, il mercato globale dell’arte quest’anno non ancora terminato ha già sorpassato il livello di fatturato del periodo 2007/08, confermando sempre più il fatto che i riflettori sono puntati verso est.

– Martina Gambillara

Il sigillo imperiale Tai Shang Huang Di, 25 milioni di dollari

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.
  • ferrari mekache

    GLOBAL,mercato vai dove ti porta il soldo.POI ti schianterai.

  • Margaretha

    Renminbi a volontà

  • Alt

    artisti da storia dell’Aste non storia dell’Arte