Lo Strillone: Cattelan e le targhe rubate a Forlì su Quotidiano Nazionale. E poi Roberto Cecchi, Giampiero Mughini, danzatori al Centre Pompidou…

Uno e trino: sottosegretario, direttore generale e commissario dell’area archeologica di Roma. Roberto Cecchi, che pure a breve rinuncerà al secondo degli incarichi, cumula ad oggi tre nomine di particolare rilevanza (e reddito). A fare le pulci, su L’Unità, è oggi Vittorio Emiliani. Firma tosta pure per Libero: Giampiero Mughini, al Salone del Libro Usato […]

Quotidiani
Quotidiani

Uno e trino: sottosegretario, direttore generale e commissario dell’area archeologica di Roma. Roberto Cecchi, che pure a breve rinuncerà al secondo degli incarichi, cumula ad oggi tre nomine di particolare rilevanza (e reddito). A fare le pulci, su L’Unità, è oggi Vittorio Emiliani.

Firma tosta pure per Libero: Giampiero Mughini, al Salone del Libro Usato di Milano, intervista Simone Berni, guru del ritrovamento di testi considerati perduti. Mostra a passo di danza per La Stampa: recensione per ballerine e danzatori da Picasso a Matisse, passando per Kirchner e Derain al Centre Pompidou di Parigi.

Polemica a scoppio ritardato sulla prima pagina di Quotidiano Nazionale: Cattelan fa arrabbiare notai ed avvocati di Forlì, che scoprono oggi come le targhe dei loro studi rubate vent’anni fa siano finite al Guggenheim. Trattavasi di azione artistica: e loro che pensavano fosse vandalismo!

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.