Il Secolo d’Oro non delude mai. Bene a Londra le aste di Old Master, record all time per Pieter Brueghel il Giovane

Mercato selettivo e attento alle stime, con un’elevata percentuale di invenduto ma una forte domanda per l’Arte Tedesca e Fiamminga del XVII secolo. Questi i responsi delle aste di Old Master and British Painting di Londra, terminate il 7 dicembre con risultati di oltre 50 milioni di sterline per le casse di Christie’s, Sotheby’s e […]

Pieter Brueghel il Giovane - The Battle between Carnival and Lent

Mercato selettivo e attento alle stime, con un’elevata percentuale di invenduto ma una forte domanda per l’Arte Tedesca e Fiamminga del XVII secolo. Questi i responsi delle aste di Old Master and British Painting di Londra, terminate il 7 dicembre con risultati di oltre 50 milioni di sterline per le casse di Christie’s, Sotheby’s e Bonhams.
Bonhams proponeva in catalogo un Velazquez ritrovato, il ritratto di uno sconosciuto uomo di mezza età individuato un anno fa, identificato come appartenente al grade artista e risalente al 1630. La stima era compresa fra i 2 e 3 milioni di pounds, e alla fine è stato venduto per £3milioni, dopo una contesa fra sala e telefono per aggiudicarsi il vero trofeo tra i capolavori antichi. A comprato il dealer Otto Naumann, che ha affermato di aver fatto un vero affare: il dipinto si trovava infatti in cattive condizioni, e la cosa ha scoraggiato molti possibili acqirenti. Il record per un Velazquez risale a luglio 2007 per 8.4 milioni di sterline raggiunti da Sotheby’s a Londra. Velazquez non era il solo pezzo ritrovato presente da Bonhams: sciltille anche per una natura morta fiamminga di Adriaen Coorte, che ha quadruplicato la stima massima a £2.1 milioni, nuovo record per l’artista fiammingo.
Christie’s offriva una selezione di 36 capolavori che hanno totalizzando 24 milioni di sterline, con una percentuale di venduto pari al 72%. Cinque i record segnati, tra cui i £6.9m per l’opera The Battle between Carnival and Lent di Pieter Brueghel il Giovane. Il dipinto del 1559 venne acquistato precedentemente nel dicembre 2006 per £3.3m. Il Top Lot è rimasto invece invenduto: il ritratto di Don Juan Lopez de Robredo di Goya era stimato £4-6m, forse un soggetto poco attraente che era andato invenduto anche nel 1992, mentre il dipinto di Willem van de Velde II Dutch Men-o’-War and Other Shipping in a Calm è stato venduto a £5.9m, triplicando la sua stima.
Da Sotheby’s, 38 i lotti in catalogo che hanno totalizzato £20m con una percentuale del 68%. Una coppia di ritratti di Johann Zoffany all’attore del XVIII secolo David Garrick è stata venduta a £6.8m. Un dipinto del XVII secolo di Jan Steen è stato poi battuto a £4.9m, coperto da una  garanzia alla stima minima di £4.5m.

– Martina Gambillara

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.