E la cena degli auguri diventa una performing-dinner. Grazie a due giovani artiste genovesi, che portano l’arte direttamente a casa vostra. A Milano c’eravamo anche noi, ecco le foto

Per assistere dovrete ospitarla a casa vostra, oppure essere tra gli “ignari” invitati di amici promotori del progetto. Si chiama Into my home, ed a portarlo in giro come un laboratorio itinerante in progress sono due giovani artiste genovesi, Alessia Certo e Giulia Vannucci. Piatti, portate, coltelli, lampade, tende, sedie prendono voce come echi  di […]

Into My Home - Domestic physical actions - foto digitale bianco e nero - 2011 Alessia Certo e Giulia Vannucci 1

Per assistere dovrete ospitarla a casa vostra, oppure essere tra gli “ignari” invitati di amici promotori del progetto. Si chiama Into my home, ed a portarlo in giro come un laboratorio itinerante in progress sono due giovani artiste genovesi, Alessia Certo e Giulia Vannucci.
Piatti, portate, coltelli, lampade, tende, sedie prendono voce come echi  di mondi remoti. Un focus – declinato anche con fotografie, registrazioni sonore, disegni – sul significato “dell’abitare dell’uomo contemporaneo, dai punti di vista oggettivo e interiore, collettivo ed individuale”. Al passaggio per Milano c’era anche Artribune, ecco le foto…

– Caterina Misuraca

CONDIVIDI
Caterina Misuraca
Caterina Misuraca nata a Lamezia Terme nel 1976. Vive e lavora a Milano. Laurea all’Università di Bologna in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo. Giornalista di cronaca, politica, costume e società. Curatrice mostre d’arte sociale (tra queste: OggettInstabili - Moti Urbani StazionImpossibili). Contitolare Agenzia di Comunicazione Misuraca&Sammarro. Organizza eventi di critical fashion ed ecodesign (tra questi: Natura Donna Impresa Verso Expò 2015 - IOricicloTUricicli). Dal 2008 collaboratrice di Exibart, da marzo 2011 passa ad Artribune.
  • divertente: dejà vu!! comunque auguri,
    è sempre vivificante esporsi
    mag

  • SAVINO MARSEGLIA (artista)

    invece di esporsi, farebbero meglio a scomparire dalla scena dell’arte morta!!!