E dopo Pechino, Parigi. Artribune Television sempre più internazionale, con una nuova videorubrica dalla Francia

Vi stiamo raccontando alcune delle migliori mostre e dei migliori talk intercettati in giro per lo stivale, con una serie di videoreport prodotti e/o veicolati da Artribune Television. Ci sono poi, sulla nostra web tv, un po’ di corti, di videoportrait, di interviste, di videoclip. E c’è anche, ogni tanto, qualche produzione che arriva dall’estero. […]

Carte Blanche à John Armleder - All of The Above - Palais de Tokyo, Parigi

Vi stiamo raccontando alcune delle migliori mostre e dei migliori talk intercettati in giro per lo stivale, con una serie di videoreport prodotti e/o veicolati da Artribune Television. Ci sono poi, sulla nostra web tv, un po’ di corti, di videoportrait, di interviste, di videoclip. E c’è anche, ogni tanto, qualche produzione che arriva dall’estero. Così è per i report sulle mostre a Pechino, che ogni tanto vi proponiamo grazie al lavoro della nostra inviata Claudia Brisotto (in arrivo, per gennaio, la mostra di Zhan Wang all’Ullens Center), e così sarà, a partire da domani 22 settembre, per i servizi su mostre ed eventi parigini, che periodicamente troveranno spazio nel nostro vpalinsesto. A confezionarli per voi sarà Cesar Mezzatesta, giornalista e video maker italiano con base a Parigi.
Si parte domani con il Palais de Tokyo e il progetto Carte Blanche: campo libero ad artisti contemporanei, invitati a metter su delle mostre, in veste di curatori. Cominciamo dunque il nostro art tour parigino con John Armleder, che sfrutta la sua “carta bianca” invitando una trentina di artisti a presentare le loro opere su una sorta di congegno scenico: singolare l’allestimento, concepito nei termini di una parata teatrale, in cui tutti gli elementi risultano otticamente sovrapposti secondo un unico punto prospettico, rigorosamente frontale. “Una riflessione”, afferma lo stesso Armleder, “sullo sguardo del pubblico, che pur non potendo vedere chiaramente alcune opere sente la loro presenza“.
A guidarci, lungo il percorso espositivo, sono le parole di Julien Fronsacq, curatore al Palais de Tokyo, intervistato per noi da Mezzatesta…

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.