Classico e contemporaneo, nel nome della scultura. Nunzio e Spagnulo, per i Martedì Critici: il primo al Pecci di Milano, l’altro su Artribune Television

È uno dei massimi rappresentanti della scultura contemporanea in Italia. Uno che, nell’arco degli ultimi trent’anni, ha contribuito a determinare i codici di un linguaggio plastico impregnato di astrazione, minimalismo ed informale, portando avanti una ricerca attuale ma dal forte respiro classico. Nunzio, abruzzese di formazione romana (fu allevo di Toti Scialoja), è la prossima […]

Nunzio, Avaton, 2007

È uno dei massimi rappresentanti della scultura contemporanea in Italia. Uno che, nell’arco degli ultimi trent’anni, ha contribuito a determinare i codici di un linguaggio plastico impregnato di astrazione, minimalismo ed informale, portando avanti una ricerca attuale ma dal forte respiro classico. Nunzio, abruzzese di formazione romana (fu allevo di Toti Scialoja), è la prossima special guest del ciclo milanese de I Martedì Critici. Terzo ospite, nonché terzo scultore di fila, dopo Nagasawa e Spagnulo.
Tutt’ora attivo sulla scena capitolina, Nunzio porta avanti un’indagine mentale e insieme viscerale intorno alla materia, perlustrando i confini invisibili del mondo: gessi, legni e metalli si tramutano in congegni dal sapore archetipico, forme assolute e vive con cui scandire ritmicamente il trascorrere del tempo e l’estensione dello spazio. Tra combustioni di burriana memoria, vibrazioni di nero-carbone, tensioni dinamiche tra piani e volumi, le opere di Nunzio inseguono l’essenzialità della forma e del colore, offrendosi allo sguardo come enigmatici totem da cui emanano forze primigenie. Il senso recondito dell’Essere, al di là di narrazione e rappresentazione, si fa dimensione estetica, geometrica, tattile, visiva, corporea.
A raccontare di questo lungo percorso sarà lo stesso Nunzio, al Museo Pecci di Milano, per un nuovo martedì piacevolmente “critico”, un’altra gustosa serata dedicata al dialogo con i grandi artisti del presente.
In mattinata, invece, il consueto appuntamento con il videoreport dedicato all’incontro precedente: circa trenta minuti con Giuseppe Spagnulo, filmati e montati da StudioZep.

– Helga Marsala


I Martedì Critici – Nunzio
a cura di Alberto Dambruoso e Marco Tonelli
martedì 20 dicembre, ore 19.30
Museo Pecci – Ripa di Porta Ticinese 113, Milano
Ingresso: libero
Contatti: tel. 06.68804009
[email protected]

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.